StartNews

Nuova piattaforma per la ricerca di lavoro: ecco come funziona

Nuova piattaforma per la ricerca di lavoro: ecco come funziona

Il ministero del Lavoro ha recentemente presentato una nuova piattaforma per la ricerca di lavoro, denominata Sistema informativo per l’inclusione sociale e lavorativa (Siisl). Sviluppata dall’Inps, la piattaforma è operativa dal primo settembre 2023 ed è obbligatorio iscriversi per poter accedere al supporto per la formazione e il lavoro.

Il Siisl è stato creato con l’obiettivo di riunire e mettere in comunicazione tutte le realtà coinvolte nel mondo del lavoro, sia a livello locale che nazionale. La piattaforma fungerà da ponte tra i beneficiari del supporto per la formazione e il lavoro e le varie entità accreditate, come patronati, enti formatori e agenzie interinali.

SKIMICANDO

Per poter accedere al contributo economico, gli utenti dovranno compilare un Patto di attivazione digitale, in cui dovranno indicare almeno tre agenzie interinali o altri enti autorizzati. Questo patto permetterà di ricevere offerte di formazione e di lavoro adatte ai propri profili professionali.

L’accesso alla piattaforma richiederà le credenziali del Sistema pubblico di identità digitale (Spid), la carta di identità elettronica o la carta nazionale dei servizi. Una volta completate le procedure di verifica, gli utenti potranno sottoscrivere il Patto per il servizio personalizzato e aderire a uno dei programmi di politica attiva per il lavoro.

Il supporto per la formazione e il lavoro sarà erogato sotto forma di un contributo mensile di 350 euro, per la durata del corso o dell’attività, fino a un massimo di un anno. Questa è la misura con cui il governo Meloni intende sostituire il reddito di cittadinanza, e sarà estesa anche a chi già percepisce il reddito di inclusione a partire dal primo gennaio 2024.

Vediamo in dettaglio alcuni aspetti.

Introduzione al SIISL

Il Sistema Informativo per l’Inclusione Sociale e Lavorativa (SIISL) è un’iniziativa digitale introdotta dal Decreto lavoro convertito in legge nel 2023. Il sistema è stato attivato il 1° settembre 2023 e mira a gestire due principali misure di inclusione sociale: l’Assegno di Inclusione (ADI) e il Supporto per la Formazione e il Lavoro (SFL). Queste misure sostituiranno il Reddito di Cittadinanza a partire dal 1° gennaio 2024 e dal 1° settembre 2023, rispettivamente.

Obiettivi del SIISL

Il SIISL ha diversi obiettivi chiave:

1. Attivare percorsi personalizzati per i beneficiari dell’ADI e del SFL.
2. Favorire l’autonomia nella ricerca di lavoro e il rafforzamento delle competenze.
3. Monitorare, valutare e controllare l’efficacia dell’ADI.
4. Garantire l’interoperabilità tra diverse piattaforme digitali coinvolte nella gestione dell’ADI e del SFL.

Chi può accedere al SIISL?

L’accesso al SIISL è aperto a vari soggetti, tra cui:

– Beneficiari dell’ADI e del SFL
– Enti pubblici come INPS, Ministero del Lavoro, Comuni e altri
– Società pubbliche o a controllo pubblico
– Centri per l’impiego, agenzie per il lavoro e altri enti accreditati

Ognuno di questi soggetti ha funzioni specifiche all’interno del sistema, che vanno dalla gestione delle domande all’analisi dei dati.

Come funziona il SIISL?

Il funzionamento del SIISL è basato su un’architettura digitale che permette una gestione efficiente e trasparente delle misure di inclusione. Il sistema è accessibile tramite un portale web dedicato, dove gli utenti possono effettuare la registrazione e accedere a una serie di servizi.

Per i beneficiari, il sistema offre un pannello di controllo personale che permette di:

1. Consultare lo stato delle proprie domande per l’ADI e il SFL.
2. Accedere a percorsi formativi e opportunità di lavoro.
3. Ricevere notifiche e aggiornamenti sulle misure di inclusione.

Per gli enti pubblici e le agenzie per il lavoro, il SIISL offre strumenti per:

1. Gestire e monitorare le domande.
2. Valutare l’efficacia delle misure attraverso indicatori di performance.
3. Collaborare con altri enti per una gestione integrata delle risorse.

Supporto e formazione

Un altro aspetto fondamentale del SIISL è il supporto alla formazione e all’orientamento lavorativo. Il sistema offre una vasta gamma di corsi online, webinar e materiali formativi per aiutare i beneficiari a migliorare le loro competenze e aumentare le possibilità di trovare un lavoro adeguato.

Criticità e sfide future

Nonostante il SIISL rappresenti un passo avanti significativo nella gestione delle misure di inclusione sociale e lavorativa, ci sono alcune criticità da affrontare:

1. La necessità di una maggiore sensibilizzazione e formazione degli utenti su come utilizzare efficacemente il sistema.
2. La sfida di garantire l’interoperabilità tra diverse piattaforme e database.
3. La necessità di continuare a monitorare e aggiornare il sistema per rispondere alle esigenze in continua evoluzione dei beneficiari e degli enti coinvolti.

I SIISL è un’iniziativa promettente che mira a rendere più efficiente e trasparente la gestione delle misure di inclusione sociale e lavorativa in Italia. Tuttavia, il successo del sistema dipenderà dalla sua capacità di adattarsi e evolvere in risposta alle sfide e alle esigenze emergenti.

CASTELlaccio ani2

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi