Efficientamento energetico per tre immobili comunali

Efficientamento energetico per tre immobili comunali

La Giunta Municipale ha deliberato nella giornata di ieri l’adesione del Comune di Enna all’Avviso C.S.E. 2022 – Comuni per la Sostenibilità e l’Efficienza energetica.

L’avviso è relativo alla concessione di contributi a fondo perduto per la realizzazione di interventi di efficienza energetica anche tramite interventi per la produzione di energia rinnovabile negli edifici delle Amministrazioni comunali, attraverso l’acquisto e l’approvvigionamento dei relativi beni e servizi con le procedure telematiche del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA) – finanziato dalla Commissione Europea PON Impresa e Competitività 2014 – 2020 Asse VI – REACT EU.

“In particolare – spiega l’Assessore ai LL.PP. Francesco Alloro – abbiamo ritenuto necessario procedere all’acquisto dei seguenti beni, in base alle prescrizioni riportate nell’avviso: impianti fotovoltaici e servizi connessi, chiusure trasparenti con infissi per l’edificio di via Roma n. 508, che ospita gli uffici finanziari; chiusure trasparenti con infissi, caldaia a condensazione e servizi connessi presso l’edificio di via della Resistenza n. 1, che ospita gli uffici dei servizi sociali e della Polizia Locale; chiusure trasparenti con infissi, caldaia a condensazione e servizi connessi presso l’edificio di piazza Coppola n. 3”.

L’ammontare complessivo degli interventi in parola è pari ad € 245.000,00 per l’edificio di via Roma n.508, € 153.000,00 per l’edificio sito in via della Resistenza n. 1, ed € 278.500,00 per l’edificio sito in piazza Coppola n. 3. “Contiamo ancora una volta di accedere a somme esterne al bilancio comunale – conclude Alloro – per contribuire in maniera significativa a rendere più efficienti dal punto di vista energetico gli immobili comunali, con un importante risparmio per la collettività e per l’ambiente”.

“Lavorare efficacemente in direzione di un sempre maggiore risparmio energetico – aggiunge il Sindaco Maurizio Dipietro – è diventato un dovere morale nei confronti delle nuove generazioni. Un dovere al quale la mia amministrazione intende continuare ad assolvere con sempre maggiore impegno, senza gravare sul bilancio comunale”.