Vini: il risparmio sulla spesa passa per i canali online

Vini: il risparmio sulla spesa passa per i canali online

Acquistare prodotti enogastronomici online sta diventando una pratica sempre più diffusa, grazie alla diffusione di portali e-commerce dedicati alla vendita di questa particolare categoria di articoli.
In particolare, per quanto riguarda l’acquisto di bevande come vini, liquori e distillati, sono le enoteche online ad essere diventate il punto di riferimento per un numero sempre maggiore di appassionati.
Il merito di questo successo è legato all’ampia scelta di bottiglie che questi portali sono in grado di mettere a disposizione, ma anche alla convenienza che spesso offrono rispetto ai negozi fisici tradizionali.
In questo contesto, una delle migliori enoteche online è per esempio Vino.com: infatti, qui puoi trovare vini ai migliori prezzi ,con la possibilità di portare in tavola etichette di pregio risparmiando al contempo sulla spesa.

I vini bianchi più acquistati online
Il vino bianco accompagna pasti a base di pesce e risotti, può essere fermo o leggermente frizzante, più asciutto o dolce per creare un aperitivo unico o per diventare un vino da meditazione.
Qualunque sia la scelta e il gusto personale, scegliere un bianco può risultare più semplice se, oltre a un’attenta selezione suddivisa per provenienza e vitigni, il portale propone anche indicazioni chiare sulle note aromatiche che si possono ritrovare: ciò, ovviamente, è valido anche per i vini rossi o i distillati. In un vino bianco, ad esempio, si possono distinguere note fruttate più o meno intense, come in un Verdicchio o in un Pinot, oppure più fresche come in un IGT delle Dolomiti.
In Italia, da nord a sud, vi sono vigneti celebri come lo Chardonnay, presente quindi non solo in Francia, o la Falanghina, che si coltiva specialmente in Campania e nelle regioni del sud.
Quest’’ultima, in particolare, è un’uva il cui prodotto viene invecchiato in botti d’acciaio per preservare il gusto minerale dato dal suolo peculiare su cui cresce. Altro vitigno molto ricercato online e presente sia in Austria che in Trentino Alto Adige è il Muller-Thurgau, dal sentore di fiori e frutta e tendente soprattutto al dolce.

Vini rosati e rossi: quali i più richiesti dagli appassionati?
Un vino rosato è spesso considerato un buon compromesso tra un bianco e un rosso, specialmente se in tavola si portano sia piatti di pesce che di carni bianche, ma anche formaggi o funghi.
Il rosè si caratterizza spesso per una nota acidula che lo rende idoneo anche a pomodori o sughi in generale. Uno dei vini rosati più venduti è il Cerasuolo d’Abruzzo, derivante da uve Montepulciano e dal colore piuttosto acceso; il Negroamaro salentino, invece, si caratterizza spesso per un sentore di rose più accentuato, mentre dalle uve provenzali derivano rosati i cui sapori possono ricordare le pesche, gli agrumi e note di frutti rossi.
I vini rossi si confermano appannaggio di chi desideri un gusto robusto per accompagnare le carni rosse e i formaggi stagionati e, anche in questo caso, il gusto finale dipende da molteplici varianti. Innanzitutto, un vino rosso prende il suo colore principalmente dalle bucce, a contatto con le quali viene messo a macerare. In secondo luogo, il tipo di botte e il processo d’invecchiamento sono altre variabili che determinano il risultato finale.
Nonostante la gradazione alcoolica si ottenga attraverso la fermentazione in maniera naturale, spesso si aggiunge una certa dose di alcool per renderlo liquoroso o fortificato: è il caso del Porto, del Barolo, del Vermouth e del Marsala, perfetti anche per gli aperitivi o come vini da dessert.
Tra i vini rossi più apprezzati occorre senza dubbio citare anche l’Amarone della Valpolicella, il Negroamaro di Puglia, i primitivi di Manduria o del Salento e il Brunello di Montalcino, solo per indicarne alcuni tra i più noti.