Comune di Enna e Istituto Agrario promuovono campi sperimentali e orti urbani e sociali

Comune di Enna e Istituto Agrario promuovono campi sperimentali e orti urbani e sociali

Il Sindaco di Enna, avv. Maurizio Dipietro, ha consegnato, nella giornata di ieri, l’area del parco intitolata al sacerdote e capo scout don Carmelo Cannizzo, in via Toscana ad Enna Bassa, al Preside dell’Istituto di Istruzione Superiore “Abramo Lincoln”, prof. Angelo Di Dio.
L’intesa tra il Comune di Enna e la scuola prevede l’affidamento agli alunni del Settore Tecnologico con Indirizzo Agrario di un’area che sarà adibita a campi didattici sperimentali e orti urbani, sociali e didattici, in cui i 120 ragazzi della sezione agraria faranno da tutor ai cittadini nella realizzazione degli orti, con un orientamento ed una educazione agroalimentare rivolta alle famiglie del quartiere. Nel percorso didattico verranno inseriti anche studenti diversamente abili.
“Ringrazio il Sindaco, l’Assessore Sanfilippo e il Comune di Enna per la consegna all’Istituto Agrario di questa area, perché ciò consente di far aprire la scuola al territorio, facendo maturare agli studenti delle preziose competenze sul campo”, afferma il Preside Di Dio.
Il primo cittadino ennese, consegnando simbolicamente le chiavi dell’area, ha dichiarato che “la piena disponibilità dell’Amministrazione a tale iniziativa per noi è un vanto. Evidenzio che abbiamo trovato una sintesi di collaborazione tra Enti, grazie alla scuola, con un eccellente lavoro sinergico per dare attenzione a tematiche ambientali e alle periferie”. Il Sindaco avv. Maurizio Dipietro ha inoltre chiarito che: “una città si evolve e si sviluppa tutta insieme, partendo proprio delle periferie”.
Il progetto agronomico è stato illustrato dal prof. Grippaldi, docente dell’Indirizzo Agrario e prevedrà la realizzazione di orti e piante con funzione didattica e salutistica, prodotte all’interno del vivaio dell’agrario. La delimitazione dell’aera avverrà tramite piante officinali i cui olii essenziali verranno trattati per creare distillati. Inoltre verranno piantumati 390 alberi di gelso nero, per allevare il baco da seta, con un insediamento a doppio guyot: progetto sperimentale attuato per la prima volta in Italia.
“Grazie al supporto dell’Ufficio Tecnico abbiamo attuato la riqualificazione ambientale di aree periferiche, che diventano orti urbani, didattici e sociali”, afferma l’Assessore alle Politiche Agricole Salvatore Sanfilippo.
Chiunque volesse partecipare al progetto e aderire alla coltivazione degli orti urbani e sociali può rivolgersi alla sezione agraria dell’Istituto Lincoln o all’assessorato all’agricoltura.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi