La Provincia di Enna festeggia il 75° anniversario della nascita della Repubblica

La Provincia di Enna festeggia il 75° anniversario della nascita della Repubblica

Si è svolta nella mattinata di ieri, 2 giugno 2021, la cerimonia del 75° anniversario della nascita della Repubblica, nell’ambito di una celebrazione ispirata a canoni di sobrietà e rispetto delle misure anti-Covid.
Dopo un primo momento, in composizione essenziale e ristretta, nella Piazza antistante il Castello di Lombardia dove insiste il monumento in memoria dei Caduti, con il tradizionale Alzabandiera sulle note dell’Inno nazionale e la deposizione della Corona, il Prefetto ha accolto presso il Palazzo del Governo i vertici delle Forze di Polizia e le Autorità locali, per condividere la bellezza dei beni del Monastero di San Marco, che saranno presto restituiti alla pubblica fruizione mediante l’inserimento in un percorso di musealizzazione, condiviso con la Soprintendenza, la Diocesi e il Comune capoluogo.
Nell’ambito di questa iniziativa, intitolata L’arte e i giovani per la ripartenza, si è voluto riservare centralità proprio alla cultura, alle nuove generazioni, alla capacità di reazione ad eventi sfidanti e imprevedibili, come la pandemia che ha imposto oggi, come nel 1946, resilienza e cambiamento, non disgiunti dalla forza di ricominciare a sperare e sognare.
Il Prefetto ha rivolto un saluto alle Autorità presenti e, per il tramite degli amministratori locali, all’intera cittadinanza, chiamata a partecipare – seppure virtualmente – a prendere visione del catalogo dei beni FEC e del video Innovativo, realizzato nel 2011 dagli studenti dell’I.I.S. Napoleone Colajanni (già Dante Alighieri) di Enna, con la collaborazione, tra gli altri, della Prof.ssa Giovanna Fussone, presente all’evento, che ha voluto sottolineare l’importanza di costruire il futuro su un passato da custodire.
Questo inno, riproposto il giorno della Festa della Repubblica e nei colori della nostra bandiera, assume la forma di viva partecipazione e spirito di condivisione, reciproco sostegno e voglia di vivere e vuole essere speranza di ripartenza in nome dei valori fondanti della nostra Repubblica, valori che assumono rinnovato vigore, nell’attuale contesto storico segnato dalla difficile pandemia.
Proprio su tale solco trova ragione lo spazio dedicato ad un giovane pittore ennese, Samuel Campisi, artista e pittore fortemente legato alla tradizione ispirata agli antichi maestri del Rinascimento e del Barocco, che ripropone in chiave moderna l’eco della tradizione.
Nel corso della cerimonia sono state consegnate le Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana conferite dal Capo dello Stato al Dott. Salvatore Pierpaolo D’Agostino, Dott. Massimiliano Cantalupo e sig. Salvatore Saraniti, cittadini che si sono distinti per particolari benemerenze nel mondo del lavoro e del sociale, nonché una medaglia d’onore alla memoria di Speranza Antonino.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi