Ritrovato anziano scomparso nelle campagne dell’ennese

È stato ritrovato sano e salvo dai carabinieri, a poco più di dodici ore dalla denuncia di allontanamento, un cinquantunenne originario di Enna che aveva fatto perdere le proprie tracce ormai da qualche giorno. La scomparsa dell’uomo, affetto da disturbi di natura psicofisica, era stata denunciata la sera di martedì 7 gennaio ai militari della Stazione di Assoro da parte della sua affidataria, nominata dai Servizi Sociali del Comune di Enna con la finalità di fornire ospitalità all’uomo in un immobile al confine tra Assoro e Leonforte. Le ricerche, diramate nell’immediatezza dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Enna, hanno visto il coinvolgimento di un consistente dispositivo, costituito da numerose pattuglie dei carabinieri e delle altre forze di polizia al momento impiegate nella perlustrazione del territorio e sono proseguite nel corso di tutto l’arco notturno. La mattina seguente, la Prefettura di Enna ha immediatamente attivato il piano per la ricerca delle persone scomparse, al fine di coordinare le attività di ricerca tra tutti gli attori istituzionali coinvolti nello specifico settore. Nel frattempo, però, è giunta la buona notizia: l’uomo è stato individuato nella stessa tarda mattinata da una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Nissoria, nel corso di un rastrellamento a tappeto di tutte le proprietà adiacenti al luogo in cui il malcapitato era stato avvistato l’ultima volta. L’uomo, ascoltato dai carabinieri, pare avesse trovato rifugio in un’azienda agricola del posto, dopo essersi allontanato dal luogo di dimora, non riuscendo a mettersi in contatto telefonicamente con la persona che lo aveva in affidamento. Il tutto si è concluso con un pasto caldo in caserma insieme ai carabinieri della Stazione di Assoro e, successivamente, con il suo collocamento temporaneo, su diretto interessamento della Prefettura di Enna e con il contributo dell’assessorato alle politiche sociali del Comune di Enna, presso una casa di cura sita ad Aidone, in attesa di una sistemazione definitiva.

Condividi la notizia