StartNews

Un incontro a villa Zagaria apre il dialogo sulla gestione delle aree naturali in Sicilia

Un incontro a villa Zagaria apre il dialogo sulla gestione delle aree naturali in Sicilia

A Villa Zagaria, un incontro ha riunito i responsabili delle aree naturali e delle riserve siciliane per discutere di gestione e strategie future. Elena Pagana, assessore regionale al Territorio e Ambiente, ha convocato la riunione per affrontare questioni urgenti e individuare possibili soluzioni.

Durante l’incontro, Elena Pagana ha sottolineato la necessità di comprendere le dinamiche attuali e individuare strategie comuni. L’idea è quella di puntare a un modello di gestione unificato che tenga conto delle peculiarità di ogni area. I partecipanti hanno condiviso le loro esperienze, evidenziando le criticità e le opportunità delle varie aree. Tra i temi trattati, la valorizzazione del territorio, le buone pratiche e la necessità di una gestione integrata e coordinata. Uno dei punti chiave è stato il rischio incendi, un tema che richiede un impegno condiviso per la prevenzione, data la carenza di risorse disponibili.


Michele Iacono, segretario generale del Libero consorzio comunale di Enna, ha fatto riferimento al lago di Pergusa, attualmente in difficoltà, sottolineando l’importanza di una gestione attenta anche di questo ecosistema.  In conclusione, l’assessore Pagana ha proposto la creazione di un tavolo permanente per la pianificazione a medio e lungo termine delle aree protette e delle riserve. Queste discussioni potrebbero fungere da base per gli Stati generali previsti per il 2024.

L’incontro segna un passo in avanti verso una gestione più coordinata delle aree naturali e delle riserve in Sicilia, aprendo la strada a futuri sviluppi.

«Home Logo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi