Piazza Armerina – Al teatro Garibaldi Sergio Vespertino e il suo racconto di Carrubello

Piazza Armerina – Al teatro Garibaldi Sergio Vespertino e il suo racconto di Carrubello

CARRUBBELLO è un paese immaginario e a raccontarlo è un improbabile abitante, strano, buffo e strampalato che spiega come la cittadina e tutti i suoi abitanti siano stati soggiogati e trasformati da un solo accadimento all’ apparenza banale: l’ arrivo di un cane. Ispirato al racconto di Dino Buzzati “Il cane che ha visto il Dio”, lo spettacolo “Carrubbello”,  è scritto e interpretato da Sergio Vespertino: «Non è cabaret ma un racconto che, per quanto possa far sorridere, fa soprattutto riflettere – spiega Vespertino – Il cane provoca degli sconvolgimenti inattesi. Dio si manifesta in tanti modi e attraverso tante cose o persone. Questo cane potrebbe proprio essere una sua manifestazione. Lo spettacolo è pervaso da un enorme senso di religiosità e misticismo, un’ analisi dei segni che ciascuno di noi incontra per strada e che certe volte si stentano a riconoscere». In scena una cassapanca, da cui potrebbe uscir fuori di tutto, e tre sedie, che rappresentano tre location diverse: la bottega del fornaio, la taverna e la grotta di un eremita. Vespertino è ora l’ uno ora l’ altro. E ci sono anche il professore dalla filosofia spicciola, la donna fatalista, il “lamentoso”, insomma una girandola di volti e tipi umani che ricalcano quelli di un qualsiasi paese. Una storia curiosa e un po’ complicata che punta l’ attenzione verso i piccoli segni, i messaggi e, soprattutto, i messaggeri dell’ Altrove. Le musiche sono di Pierpaolo Petta (Fonte REPUBBLICA.IT)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi