Strano ma vero:defunta romagnola mostra il dito medio nella foto del manifesto funebre.

Strano ma vero:defunta romagnola mostra il dito medio nella foto del manifesto funebre.

In base a quanto riporta il Corriere dell Sera  nell’antica Roma il gesto del dito medio alzato era accompagnato dalle parole «digitus impudicus», traducibile come «dito impudente».  Chissà se l’anziana signora romagnola che appare nei manifesti mortuari mostrando i dito medio era a conoscenza della lunga storia che accompagna questo gesto di sfida diventato  popolare già nell’antica Grecia. La fotografia, diventata virale in internet, è stata scelta dai parenti della donna che hanno chiarito i motivi dell’audace scelta con una dichiarazione rilasciata dalla figlia  al Resto del Carlino e ripresa da Today. „“Mia mamma è nata nell’epoca sbagliata, è stata una specie di femminista ante litteram.  Aveva una grande apertura mentale, ed era un tipo originale. Ad esempio, se osavi alzare le mani te le ridava, uomo o donna che fossi. Se il marito l’avesse tradita l’avrebbe ripagato della stessa moneta e così via. A noi figli ha sempre detto: ‘non fatevi mettere i piedi in testa da nessuno’.  Utilizzeremo la stessa foto del manifesto per la lapide funeraria”. Una curiosità: il 24 settembre 2010 a Milano il celebre artista Maurizio Cattelan del dito medio ne ha fatto una statua situata di fronte a Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa (nella foto della testata).
La signora romagnola verrà ricordata come la prima a essere immortalata sulla sua tomba in una foto mentre esibisce il gesto del dito medio. Siamo convinti che qualche emule prima o poi sceglierò il gesto dell’ombrello.

 

 
 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi