Avis provinciale Enna a tutela della privacy del donatore

Si è tenuto venerdì 6 luglio, presso il Garden di Pergusa, un incontro organizzato dall’Avis provinciale di Enna e rivolto a tutte le sue sezioni comunali in merito al nuovo regolamento sull’utilizzo dei dati sensibili verso l’applicazione nelle UdR di Raccolte fisse e mobili e i centri di promozione. A presentare nel dettaglio agli intervenuti la nuova direttiva, concepita per una società in continua evoluzione tecnologica, nella quale, molto spesso, sono gli stessi cittadini che pubblicano, più o meno inconsapevolmente i propri dati personali sulle piattaforme on line e social media, è stato il presidente
regionale Salvatore Mandará.

Ai lavori ha preso parte anche il dr. Francesco Spedale, direttore del Centro trasfusionale di Enna, che, nel porgere un salute ed un ringraziamento per il lavoro fin qui svolto, ha ricordato a tutti come sia importante durante il periodo estivo incentivare le raccolte di sangue per far fronte alle emergenze che periodicamente si ripropongono durante la bella stagione. ” È stato un interessante e proficuo pomeriggio di lavoro – ha dichiarato il presidente provinciale Fabio Pedone – ringrazio il presidente regionale Mandarà per aver messo a disposizione il suo bagaglio di conoscenze in materia e tutti gli intervenuti per aver risposto in maniera fattiva all’invito. La realtà Avis della nostra provincia – ha aggiunto Pedone- dimostra giorno dopo giorno di essere una realtà in crescita sia sotto l’aspetto dei numeri che dei contenuti”.

All’incontro hanno partecipato i presidenti delle varie sezioni comunali che, insieme al presidente provinciale e a quello regionale, hanno analizzato la nuova normativa, chiarendo dubbi e curiosità, per poter tutelare al meglio, come previsto dalla legge, i donatori.

Condividi