StartNews

Torna il BaRock Festival di Piazza Armerina: dal 31 maggio al 2 giugno la musica invade la città.

Torna il BaRock Festival di Piazza Armerina: dal 31 maggio al 2 giugno la musica invade la città.
Un Ponte tra Passato e Presente

A Piazza Armerina si rinnova l’appuntamento con il BaRock Festival, manifestazione che unisce il rock al barocco siciliano in un intreccio di musica e storia. Quest’anno, dal 31 maggio al 2 giugno, la città dei Mosaici e del Palio dei Normanni  diventerà nuovamente l’epicentro di un evento che promette di trasformarsi in un’esperienza multisensoriale unica. L’iniziativa, giunta alla sua seconda edizione, è nata da un’idea dell’assessore al Turismo Ettore Messina e ha trovato nel sindaco Nino Cammarata un fervente sostenitore, tanto da essere adottata come strumento di promozione turistica dall’amministrazione comunale.

Un Successo da Ripetere

L’edizione inaugurale del festival dello scorso anno ha superato le aspettative, proponendosi come un valido strumento per l’immagine e l’economia della città, oltre che come occasione di cultura in un paese con una profonda necessità di avvicinare i giovani alla buona musica. Forte del successo dell’anno scorso, che ha visto Piazza Armerina animarsi tra concerti, cultura e vivacità turistica, l’obiettivo è ora quello di consolidare il festival come appuntamento fisso, capace di attrarre ancora più visitatori e artisti.


Un Festival di Contaminazioni Musicali

Il BaRock non si limita alla sola fusione tra rock e arte barocca, accumunati da alcuni elementi di espressività,    ma si apre a contaminazioni musicali molto interessanti, promettendo di portare a Piazza Armerina artisti pronti a sorprendere e a trasformare la città in un palcoscenico a cielo aperto. In queste occasioni l’ascolto della musica nella città dei Mosaici si arricchisce dell’atmosfera offerta dagli angoli suggestivi del vasto centro storico, trasformandosi in una esperienza multisensoriale unica nel suo genere. Il rock , attrattore naturale delle grandi folle nei grandi spazi, trova una dimensione tutta sua se le note si diffondono all’interno di ambienti inusuali, densi di storia, di storie e di tradizioni, ma che sanno rendere ancora più colorata l’espressività degli artisti e nel contempo più coinvolgente l’audizione.

Promozione Turistica e Futuro

Oltre all’impatto culturale e musicale, il festival si pone come elemento strategico per la destagionalizzazione del turismo e la valorizzazione di Piazza Armerina. Con l’aggiunta di attività collaterali e la possibile realizzazione di eventi nel corso dell’anno, si mira a rendere la città un punto di riferimento per il tempo libero e le iniziative culturali, creando opportunità per i giovani e stimolando la crescita economica locale.

Ancora non sono stati annunciati i nomi degli artisti che si esibiranno, ma è prevista a breve una conferenza stampa per svelare il programma dettagliato dell’evento. Con la promessa di un festival ancora più ricco e coinvolgente, Piazza Armerina si appresta a confermare il proprio ruolo di capitale della musica e della cultura in Sicilia.

Consigli per i turisti

Sarebbe opportuno prenotare in anticipo il soggiorno in uno dei tanti Bed and Breakfast di Piazza Armerina, per godersi appieno questa tre giorni che vi affascineranno sia per la musica che per il luoghi. Piazza Armerina è facilmente raggiungibile da ogni angolo della Sicilia. Dalla A19 (svincolo Dittaino)  occorrono appena 20 minuti per arrivare in città percorrendo strade comode, recentemente riammodernate.  La città delle cento chiese, dei Mosaici, del Palio dei Normanni vi aspetta.

Lucia Sansone per StartNews

«Home Logo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi