Piazza Armerina, il consigliere Totò Cimino: nuovo stadio comunale sì, ma al Sant’ippolito la fiera del bestiame

Piazza Armerina, il consigliere Totò Cimino: nuovo stadio comunale sì, ma al Sant’ippolito la fiera del bestiame

Qualche settimana fa ho appreso dalla stampa, che l’amministrazione comunale ha in progetto la costruzione di un nuovo campo sportivo. Ottimo, anche se credo che difficilmente l’attuale amministrazione avrà i tempi per farlo. Quella di costruire un nuovo stadio, di fatto, fu una proposta che in campagna elettorale avanzai al candidato Sindaco Cammarata, che andava ben oltre alla costruzione di un nuovo stadio. Avevo già individuato il sito; era l’area Cascio in prossimità del villaggio Sammarco, dove tra l’altro c’era già un vecchio progetto che andava in quella direzione. Un progetto che avrebbe anche rivalutato quell’area che spesso è abbandonata a se stessa.

Ora ci sarebbe da capire se quell’area è ancora nelle disponibilità del Comune oppure no, e se quel progetto lontano di una quindicina di anni, possa ancora essere preso in considerazione, con le dovute variazioni che le attuali normative richiedono o eventualmente fare un nuovo progetto. Qualora quell’area non sia più disponibile e l’amministrazione decida di trovare un’altra area che possa servire alla costruzione di un nuovo impianto sportivo che ben venga. Negli ultimi anni, molti paesi limitrofi, hanno sfruttato la possibilità di attingere a finanziamenti per la costruzione o la ristrutturazione di impianti sportivi, ma stranamente Piazza Armerina, per qualche oscura ragione, non ha approfittato delle opportunità che altri hanno colto in modo lungimirante. Ma il progetto di allora, che oggi rilancio a questa amministrazione, ma soprattutto alla prossima, chiunque sia, va oltre la costruzione di una nuova struttura che possa ospitare il calcio Armerino.

Nella mia visione c’è anche l’utilizzo dell’attuale campo Sant’Ippolito, non solo come arena del Palio, così come pensa di fare l’amministrazione, perchè sarebbe a mio avviso riduttivo. Il Sant’Ippolito dovrà servire una volta l’anno per lo svolgimento della Quintana del Saraceno, e una volta al mese per lo svolgimento della fiera zootecnica sia all’interno del campo dove verrebbero collocati tutti gli animali, che all’esterno, dove andrebbero collocati tutti gli stand che vendono, come da regolamento, articoli inerenti la caccia e la pesca. Questa è la proposta che come consigliere comunale e come coordinatore di OPI rilancio alla politica di oggi, ma soprattutto a quella del prossimo futuro. Una fiera zootecnica all’interno del perimetro urbano, l’ultima Domenica di ogni mese, tutto il giorno, porterebbe economia reale alla città e alle attività economiche Piazzesi. Questa a mio avviso, è la strada su cui lavorare guardando lontano. Questa è una delle proposte che il Movimento Orgoglio Partite Iva, porterà in tutti i tavoli di confronto in cui si parlerà di progetti per la città e per le attività economiche Piazzesi

Consigliere Totò Cimino
Coordinatore Prov.le OP