Disabili. Ieri a Barrafranca la “festa di primavera” del CSR: in 350 da tutta la sicilia.

Disabili. Ieri a Barrafranca la “festa di primavera” del CSR: in 350 da tutta la sicilia.
Tempo di lettura stimato: 2 minuti


Nemmeno il clima poco propizio ha fermato l’arrivo della Primavera, ieri al Consorzio Siciliano di Riabilitazione-Aias di Barrafranca, dove circa 350 persone hanno affollato il centro di riabilitazione per disabili. L’occasione è stata la nona edizione della “Festa di Primavera” che, come ogni anno, viene organizzata dal Csr il 21 marzo come momento di socializzazione, condivisione, divertimento e incontro tra Assistiti e operatori di tutti i 19 Centri di riabilitazione della Sicilia.
Nella sede del Csr-Aias Kikki Lo Trovato di Barrafranca, nella strada Vicinale Pozzillo, si è svolta l’edizione 2019 dell’iniziativa, un’occasione di festa all’insegna dell’integrazione sociale durante la quale alcuni tra i disabili assistiti dai Centri socio-riabilitativi del Consorzio Siciliano di Riabilitazione-Aias hanno la possibilità di incontrarsi, giocare, trascorrere una giornata in compagnia. La nona “puntata” della “Festa di Primavera” ha avuto come titolo E gira…solo intorno a noi. Tema scelto quindi i girasoli, un fiore simbolo di allegria e spensieratezza, che infonde gioia e che simboleggia anche l’amore. Un tema che è stato scelto anche per sottolineare l’importanza dello stare insieme, del divertirsi in compagnia proprio come è accaduto ieri, in una festa che ha riunito tante persone in un’unica grande famiglia, allegra, felice di trascorrere una giornata di condivisione e divertimento. Ad allietare la giornata, l’animazione dell’agenzia “New style animation”, con Filippo Monica e lo spettacolo di magia del mago Luca Piaz, che ha coinvolto tutti i presenti con giochi divertentissimi.
E quest’anno la “Festa di Primavera” è stato un momento anche per sottolineare l’importanza dell’integrazione dei migranti e della solidarietà. Alla manifestazione infatti hanno partecipato alcuni ragazzi provenienti da Senegal, Costa d’Avorio e Gambia che fanno parte della Cooperativa Cas Sud Servizi di Barrafranca, un centro di accoglienza che organizza corsi di alfabetizzazione per persone straniere, attività scolastiche, di riciclo e di inserimento lavorativo. Assieme a loro, c’era la mediatrice interculturale Khalfouni Naoual, accolta con gioia dal procuratore del Csr Calogero Vetriolo, dalla Presidente della Sezione Aias di Barrafranca Samantha Vetriolo e da tutti i partecipanti. All’evento hanno preso parte anche il sindaco di Barrafranca Fabio Accardi, il dirigente dell’ASP di Enna Claudio Millia, direttore dell’Unità Operativa Handicap e Anziani, i direttori sanitari del Csr, il presidente del Comitato scientifico dell’Aias nazionale Francesco Nicoletti, la responsabile dell’Ispettorato Integrazione Sociale del Csr Anna Talbot. “Questa è un’occasione sempre bella e molto attesa per i nostri ragazzi – ha detto il procuratore Vetriolo – Un evento che si svolge soprattutto grazie ai nostri operatori, che da tutta la Sicilia vengono qui a Barrafranca per far trascorrere una giornata diversa ai nostri Assistiti”.
Contento per la giornata, il sindaco Fabio Accardi ha come sempre mostrato vicinanza e sensibilità nei confronti delle persone con disabilità, mentre Millia ha assicurato che “l’ASP di Enna ha in programma un importante potenziamento delle attività riabilitative in provincia di Enna”: “Speriamo entro un anno di poter festeggiare questo importante traguardo, che potrà portare due milioni in più proprio per l’assistenza e la riabilitazione delle persone disabili”.
La “Festa di Primavera” si è conclusa con un pranzo tutti insieme, il taglio della torta, zucchero filato per tutti e ancora canti e balli di gruppo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi