StartNews

La rivoluzione del sorriso: il dentista digitale

La rivoluzione del sorriso: il dentista digitale

La digitalizzazione, intesa come processo di trasformazione dall’analogico al virtuale, sta cambiando anche la professione odontoiatrica. In tal senso, il dentista digitale si distingue per la capacità di intervenire sul paziente mediante l’utilizzo di software e strumenti d’avanguardia. I vantaggi sono molteplici consentendo al professionista di operare con estrema accuratezza e pre-visualizzando il risultato finale del lavoro svolto: dall’impronta ottica alla costruzione di ponti, protesi e impianti provvisori. Ne consegue una riduzione sostanziale dei tempi di esecuzione della terapia e, quindi, minor disagio e sofferenza per il paziente che si sottopone al trattamento.

La salute orale al primo posto

CASTELlaccio ani2

Anche se in modo digitale, lo scopo dei dentisti non dovrebbe cambiare: uno dei compiti principali infatti degli specialisti nel campo dell’odontoiatria è quello di insistere sulla necessità di prendersi cura della salute orale su base giornaliera e di visitare regolarmente uno specialista, per prevenire e affrontare le malattie. Tuttavia, un altro aspetto su cui è necessario sensibilizzare i pazienti è l’importanza di scegliere il centro odontoiatrico in cui andare.

Premettiamo ovviamente che la tecnologia sta facendo passi da gigante, mettendo a nostra disposizione soluzioni sempre più avanzate per lavorare, comunicare, curarci e divertirci. In questo vasto universo, sono molte le realtà e le aziende, piccole e grandi, che stanno investendo nel digitale, dall’e-commerce all’informazione, dalla sanità appunto, ai passatempi come le piattaforme di videogiochi che offrono realtà alternative per i giochi di ruolo, da tavola o addirittura le slots di diversi temi, come quello dedicato all’Egitto: tutti sono pronti a puntare su queste soluzioni per favorire un’esperienza più immersiva ai propri utenti.

I vantaggi del dentista digitale

Quali sono dunque i vantaggi nell’affidarsi ad un “professionista del sorriso” digitale? Le nuove tecnologie digitali in odontoiatria garantiscono riduzione dei tempi di lavoro, trattamenti di altissima qualità, rispetto dell’ambiente.

Grazie alle nuove tecnologie, oggi le terapie odontoiatriche si semplificano portando innumerevoli vantaggi sia al paziente, sia allo specialista. Del resto, l’evoluzione delle tecnologie digitali rappresenta, un po’ in tutti i campi, la naturale evoluzione dei sistemi analogici: anche l’odontoiatria ne beneficia, con evidente ritorno persino dal punto di vista ecologico.

I vantaggi sono evidenti e si riflettono a vari livelli, sia sul piano operativo che gestionale:

  • migliore gestione del paziente, dei fornitori e del personale
  • abbattimento dei tempi delle terapie
  • maggiore precisione e diminuzione del margine d’errore nei trattamenti
  • archiviazione dei documenti con ridotto spreco di carta e maggior vantaggio per l’ambiente

C’è da dire però che secondo vari studi, gli over 50 sono sempre più tecnologici, ma il divario digitale è ancora ampio. Questo significa che anche i senior – che sono in teoria la classe di età con maggiore disponibilità economica – si stanno digitalizzando, ma non sono ancora al livello dei più giovani. Ci va dunque ancora del tempo prima che tutta questa digitalizzazione possa entrare a fare parte della vita quotidiana delle persone.

Dei passi avanti in tale senso comunque si stanno facendo: in primis con aiuti e contributi economici da parte dello Stato e delle Camere di Commercio, volti proprio a favorire investimenti nel mondo del digitale.

Per concludere, possiamo affermare che l’odontoiatria digitale inizia ad evolversi rapidamente e molti dentisti guardano di buon occhio lo sviluppo delle tecnologie digitali utilizzate a favore delle cliniche odontoiatriche. La crescente digitalizzazione degli studi odontoiatrici è lo specchio evidente della nascita di una nuova identità che, inevitabilmente, migliorerà il flusso di lavoro dentista-laboratorio. Secondo statistiche autorevoli, circa il 40% dei dentisti inizia a prendere in forte considerazione l’utilizzo di tecnologie avanzate, come lo scanner intraorale, nei prossimi 3 anni.

Oltre a questi dati, l’aumento costante del numero di dentisti che investono nel digitale ha permesso un’evoluzione altrettanto tenace dell’odontoiatria restaurativa.

CASTELlaccio ani2

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi