DDL Zan: l’Italia che non mi piace

DDL Zan: l’Italia che non mi piace

Assassinato dalla destra e dall’assenza di Italia Viva, violentato ed ammazzato da chi ha abusato del voto segreto, da chi ha approfittato dell’oscurità per tradire la fiducia di chi li aveva votati. Ma sopratutto è stato ucciso da un Paese che non vuole mai cambiare. Peraltro il Ddl Zan si riferiva anche al disabilismo, a violenze e discriminazioni di ogni tipo nei confronti zanche di persone disabili e non solo Lgtb. Qualcuno ha anche affermato che era una proposta di legge discriminante, inutile, che poi sarebbe già questa una contraddizione perché se è inutile come può essere discriminante. Quello che doveva essere semplicemente l’ultimo passo per una proposta di legge. Sarebbe stato grande passo per la nostra comunità. Invece è diventata la prova – che l’Italia ha sempre paura dei cambiamenti e questa é un Italia che non mi piace.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi