Piazza Armerina – Covid19: l’ordinanza del sindaco emessa ieri sera

Piazza Armerina – Covid19: l’ordinanza del sindaco emessa ieri sera
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Il sindaco Nino Cammarata come anticipato ieri sera ha emesso una nuova ordinanza che ribadisce alcuni punti dell’ultimo DPCM (Decreto del Presidente del Consigilo dei Minstri).

L’ordinanza dispone

1) In tutte le attività commerciali è consentito l’ingresso di un componente per nucleo familiare. I titolari o gestori delle attività commerciali sono tenuti al controllo di tale prescrizione;
2) La chiusura alle ore 20.00, delle attività di vendita mediante distributori automatici;
3) Il divieto di assembramenti, su tutto il territorio comunale ed in particolare nei luoghi di ritrovo e di aggregazione di giovani;
4) Il divieto di collocazione di tavoli e sedie in prossimità di pubblici esercizi e attività commerciali al fine di non incentivare il consumo nelle immediate adiacenze di bar, ristoranti e attività commerciali e artigianali

Ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19, nel richiamare tutti i cittadini al rispetto di quanto previsto dal DPCM del 03.11.2020 ricorda, ribadisce e DISPONE

a) Il divieto di stazionamento davanti ai bar e tutte le attività commerciali;
b) Per tutta la cittadinanza il rispetto delle prescrizioni in materia di distanziamento sociale nonché il corretto uso della mascherina anche nei luoghi aperti;
c) Per le scuole primarie e secondarie di primo grado e dell’infanzia cittadine, di attenersi a quanto disposto con ordinanza n. 74 del 08.11.2020, in materia di DAD, fatta eccezione, laddove necessario, per la sola utenza diversamente abile;
d) Per le attività commerciali su aree pubbliche attualmente autorizzate, l’individuazione di un’area di rispetto per ogni posteggio, in cui limitare la concentrazione massima di clienti compresenti, nel rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro e, comunque, il rispetto di tutte le prescrizioni contenute nell’allegato 9 del DPCM del 03.11.2020;
e) In materia di culto, si demanda ai legali rappresentanti delle parrocchie cittadine, la puntuale attuazione del DPCM del 03.11.2020, con particolare attenzione degli allegati in materia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi