Consegnato il primo premio internazionale “Gino De Agro’ – Citta’ di Troina”

Serata all’insegna della bellezza in ogni sua declinazione, ieri sera, alla “Sala Giuseppe Lazzati” della Cittadella dell’Oasi, per la cerimonia di premiazione della prima edizione del Premio internazionale di arti visive, cultura e solidarietà “Gino De Agrò – Città di Troina”,il riconoscimento in memoria dell’illustre cittadino troinese, uomo di grande generosità e cultura, intenditore e collezionista d’opere d’arte moderna e contemporanea, istituito dal Comune nel febbraio scorso con il duplice obiettivo di ricordarne la figura, nel centenario della nascita, e di promuovere la nascita del Museo d’arte contemporanea di Troina, che già annovera prestigiose opere dei maggiori artisti del Novecento.
Nell’ottica di catalizzare l’interesse del mondo artistico, l’amministrazione comunale – d’intesa con il comitato organizzatore del Premio composto da Carmela Impellizzeri, Stefano Giambirtone, Irene Chiavetta, Gabriele Caputo, Paolo De Agrò, Silvio Rotondo, Pino Scorciapino, Massimiliano Ragusa e Josè Chiavetta e del comitato scientifico, presieduto dal direttore Paolo Giansiracusa e composto da Rocco Froiio, Stefano Puglisi, Lorenzo Basile e Giancarlo Germanà – ha organizzato una kermesse per sottolineare il valore di personalità eccellenti che, ciascuna per il proprio ambito, si sono distinte nel corso dell’anno, raccogliendo il consenso di critica e pubblico.
Da qui, l’intento di conferire un tributo per le arti visive ad artisti di chiara fama, accademici e giovani emergenti ed una menzione d’onore a scrittori, uomini di spettacolo, di scienza e figure carismatiche, per far giungere a Troina i maggiori esponenti della cultura, della scienza e della fede e per trarre energia ed insegnamento dai loro talenti, sulla scia dell’esempio perseguito da Gino De Agrò, attraverso il suo modello di vita e la non comune sensibilità per l’arte e la bellezza.
La cerimonia, che si è aperta con la presentazione del Premio da parte del professor Paolo Giansiracusa ed i saluti del sindaco Fabio Venezia, del presidente dell’Irccs Oasi Maria Santissima di Troina don Silvio Rotondo e di Maria Pia Santoro, moglie di Gino De Agrò, ha visto la seguente premiazione, intervallata da intermezzi musicali e teatrali:
– a Gualtiero Ricciardi, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità e Commendatore della Repubblica per le benemerenze in campo scientifico e sanitario, la menzione per la sezione “Scienza e medicina”;
– a Simona Lo Iacono, magistrato siciliano e scrittrice di successo pluripremiata, la menzione per la sezione “Letteratura”;             – a Sebastiano Lo Monaco, attore siciliano di teatro e di fiction italiane, la menzione per la sezione “Teatro”;                                     – a Sua Eccellenza Reverendissima Monsignor Corrado Lorefice, Arcivesco di Palermo, la menzione per la sezione “Solidarietà”;
– Shoaib Wazir, pittore, scultore e musicista pakistano, vincitore della sezione “Giovani artisti emergenti”, del premio di 1.000 euro e della possibilità di allestire una mostra personale all’interno degli spazi espositivi del Polo Museale;                                       – ex equo per Filippo Scimeca, scultore e pittore palermitano e Domenico Difilippo, pittore e accademico emiliano, vincitori della sezione “Artisti di chiara fama internazionale” e del premio di 3 mila euro.
“Vedere artisti, intellettuali, scienziati e famiglie legate alla nostra città che stanno comprendendo il modello di sviluppo legato alla cultura, ai saperi e alla valorizzazione del nostro territorio che sta arricchendo e rivitalizzando l’intera comunità – ha dichiarato il sindaco Fabio Venezia – , è una grande emozione. Un ringraziamento alla famiglia De Agrò per aver accolto la proposta del Premio, con il quale ribadiamo il valore della bellezza e dell’identità, agli artisti che con la loro presenza ci hanno onorato di condividere questo momento, all’Oasi Maria Santissima che, nel ricordo di padre Ferlauto, condivide con noi il valore dell’arte e della bellezza, al professor Giansiracusa, faro di luce che ci guida in questo percorso”.
Ciascuno dei vincitori delle due sezioni del Premio “Giovani artisti emergenti” e “Artisti di chiara fama internazionale”, Shoaib Wazir, Filippo Scimeca e Domenico Difilippo, ha donato al Comune una propria opera, che sarà esposta nel costituendo Museo d’arte contemporanea di Troina.

Condividi la notizia