Visita in provincia dell’ Eurodeputato Giovanni La Via

Venerdì 18 gennaio l’europarlamentare Giovanni La Via ha compiuto una visita istituzionale nella parte settentrionale della provincia di Enna.
Ad accoglierlo i commissari locali di Forza Italia, che hanno poi accompagnato l’Onorevole agli incontri con i sindaci dei comuni di Catenanuova, Centuripe, Regalbuto, Gagliano, Troina, Cerami e Nissoria.
L’Onorevole La Via ha ascoltato le problematiche esposte dai primi cittadini: i gravi disagi nella sanità, le disastrose condizioni della viabilità, l’economia che non riesce a decollare, i territori che si stanno svuotando di giovani e meno giovani, costretti a cercare altrove delle possibilità che qui vengono negate. Il tutto in un territorio ricco di potenzialità, ma che per troppo tempo è stato dimenticato dalla politica regionale, che ha fatto di Enna una provincia che soffre cronicamente della mancanza degli strumenti necessari per intraprendere un cammino di sviluppo e progresso.
L’europarlamentare ha illustrato le misure europee in tema di agricoltura, sottolineando la necessità di snellire a livello regionale l’accesso ai fondi europei, che oggi non vengono utilizzate che potrebbero invece segnare un punto di svolta per l’economia dell’isola.

Anche il Comitato “Restiamo puliti” ha avuto un colloquio con il deputato di Forza Italia, che già in passato si è schierato contro la realizzazione di discariche sovradimensionate nei nostri territori; i rappresentanti del Comitato hanno evidenziato come la mega- discarica che si vuole realizzare a Centuripe, oltre che di dimensioni eccessive, sia in contrasto con la vocazione turistica e agricola dei territori.
Il Commissario provinciale di Forza Italia, Salvo Campione, si è detto soddisfatto della visita, conoscendo l’impegno profuso da Giovanni La Via nei suoi dieci anni di mandato al parlamento europeo e i risultati raggiunti specialmente in materia di politiche agricole.
La visita istituzionale dell’Onorevole continuerà venerdì prossimo, con gli incontri dei Sindaci della parte sud della nostra provincia.

Condividi la notizia