Piazza Armerina – I danni causati dai nubifragi e i cambiamenti climatici. L’UPTL ne parla oggi alla Cascino

Piazza Armerina – I danni causati dai nubifragi e i cambiamenti climatici. L’UPTL ne parla oggi alla Cascino
I recenti gravissimi danni registrati a Piazza Armerina e in molte altre città della Sicilia a causa degli improvviso nubifragi (o bombe d’acqua come si chiamano ora) dimostrano che le nostre città non sono pronte ad affrontare i cambiamenti climatici.
Infatti è proprio la combinazione dei cambiamenti climatici che hanno modificato il regime delle piogge nella fascia mediterranea e dell’uso dissennato del territorio con un esagerato consumo di suolo (impermeabilizzazione dei terreni) e l’incapacità di regimentare le acque superficiali, che provoca alluvioni, frane, dissesti e, spesso, morti.

Molte città, anche in Italia, hanno cominciato ad adeguare la loro struttura e il sisetma degli spazi pubblici a queste nuove condizioni.  Venerdì 26 ottobre alle 17.30 alla scuola media Cascino, ne parlerà il prof. Francesco Martinico aprendo l’anno accademico dell’Università popolare del tempo libero “Ignazio Nigrelli” .

Martinico è professore ordinario di Urbanistica presso la SDS di Architettura dell’Università di Catania di cui è anche vicepresidente. Negli ultimi anni si è occupato degli strumenti urbanistici ai diverse città della Sicilia orientale da Catania ad Avola, da Ragalna a Rosolini, per conto dell’ateneo catanese.

La Presidente dell’Università Popolare del Tempo Libero.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi