Visita del Papa a Piazza Armerina: attese 200mila persone, arriveranno con 700 pullman e oltre 50.000 auto

Più di duecentomila persone, questa l’ultima stima relativa alla visita di Papa Francesco a Piazza Armerina di giorno 15 settembre. Quello che colpisce è il numero di pullman ,circa di 700, una parte dei quali dopo aver scaricato i viaggiatori verranno posteggiati nella vicina Aidone. Per le auto enormi parcheggi  saranno  realizzati all’interno dell’area Siace e negli spazi della zona artigianale a nord della città  mentre nella zona sud , su un terreno privato di grande dimensioni, le auto potranno parcheggiare proprio di fronte il supermercato Eurospin.

Per quanto riguarda la viabilità cittadina (fonte Polizia Locale) le strade interessate dal passaggio del Papa saranno viale Libertà, via Don Sturzo, via Gen. Ciancio, la piazza Sen. Marescalchi, via gen. Muscarà e la piazza Falcone Borsellino. La circolazione in queste strade, molto probabilmente anche in alcune limitrofe come la via Chiarandà, verrà chiusa a partire dalle 7 di mattina del 14 settembre e verrà riaperta alle 24 del 15. Dal comando di Polizia urbana ci tengono a precisare che la chiusura delle strade al traffico potrebbe avvenire anche a partire da giorno 13 mattina per motivi di sicurezza. Una decisione, così come tutte quelle riguardanti la sicurezza, che non spetta alle forze di polizia locale ma che si basa su direttiva che arrivano da Roma.

Papa Francesco percorrerà il tragitto con la papamobile. Per l’occasione ne arriveranno due in Sicilia una verrà utilizzata a Piazza Armerina e l’altra a Palermo.

Uno o due giorni prima del visita verranno ispezionati e sigillati  tutti i tombini del percorso papale, normalissima procedura in caso di visita di un capo di Stato.  Saranno più di cento gli agenti di Polizia Locale che arriveranno in quei giorni a Piazza Armerina per dare una mano alle forze dell’ordine. Una curiosità: gli agenti di polizia locale sono stati reclutati nelle città siciliane su invito del comando di Piazza Armerina e su base volontaria. L’unica città che ha risposto picche e non invierà agenti è Enna.

Il Papa sabato 15 intorno alle 8 atterrerà all’aeroporto di Sigonella da dove  si sposterà a Piazza Armerina in elicottero, scortato da altri due che atterreranno all’eliporto del Chiello mentre quello del Pontefice come noto atterrerà al campo sportivo. C’è da supporre che , come avviene di solito in questi casi,  lo spazio aereo in tutta la zona verrà interdetto mentre i caccia dell’aeronautica militari sorvoleranno la zona. L’interdizione al volo vale anche per i droni. Se verranno rispettati i protocolli di sicurezza che si solito vengono utilizzati in questi casi, sui tetti dei principali edifici e lungo il percorso prenderanno posto dei tiratori scelti.

L’ingresso in piazza Falcone Borsellino sarà regolamentato da una serie di accreditamenti. Gruppi organizzati,  personalità e giornalisti occuperanno i settori che verranno predisposti. Sarà ovviamente la Curia piazzese a stabilire le regole d’ingresso alla piazza.

Giorno 15 sarà una lunga giornata che si concluderà con il corteo (straordinario) del Conte Ruggero che percorrerà le vie cittadine… accogliamo 200mila persone, speriamo che qualcuno decida di tornare anche la prossima stagione estiva.

 

 

 

Condividi