Studenti e docenti del liceo Colajanni di Enna in visita al Parlamento europeo

Studenti e docenti del liceo Colajanni di Enna in visita al Parlamento europeo

Hanno preso parte al bando “Conoscere le istituzioni europee. Dalle aule scolastiche al Parlamento” e sono stati selezionati per una visita a Bruxelles che si è rivelata una grande lezione di vita.
Sono quattro alunni dell’istituto d’istruzione superiore “Napoleone Colajanni” di Enna, Noemi De Luca, Martina Savoca, Andrea Cufari e Vincenzo Fiamingo, tra le “menti eccellenti” della scuola, accompagnati in questa avventura dal dirigente scolastico Maria Silvia Messina e dalla docente Mariangela Savoca: “Un’esperienza sorprendente – hanno dichiarato all’unisono – che ci ha fatto conoscere da vicino le istituzioni europee, l’iter di approvazione di direttive e regolamenti, le aule in cui lavorano le diverse commissioni, il Parlamentarium e le fasi di costruzione e crescita dell’Europa unita, dalle origini fino a oggi, e infine all’Emiciclo dove 751 deputati europei siedono durante le sedute plenarie”.

Ha segnato tutti, in particolare, la visita all’aula che dal 2016 è dedicata ad Aldo Moro, lo statista italiano tra i fondatori e poi segretario della Democrazia cristiana e tra i primi a parlare di Europa come senso comune sovranazionale nel quale profondere i valori della democrazia, della cittadinanza e della pace.

L’iniziativa, indetta sotto forma di bando e aperta a sette scuole siciliane e tre sarde (in proporzione al numero di abitanti), è stata promossa dall’europarlamentare Ignazio Corrao per “la sentita esigenza di accorciare le distanze e costruire ponti tra i cittadini e le istituzioni europee”, come ha puntualizzato lo stesso Corrao.

Nel loro tour nel Parlamento europeo, la delegazione ennese assieme alle altre selezionate, hanno dialogato con Alfredo Alagna, funzionario del Parlamento europeo e nello staff della direzione generale della comunicazione, unità visite e seminari). Dopo aver approfondito con gli studenti l’articolazione dell’Europa attuale e i meccanismi che portano i paesi candidati a farne parte, Alagna ha aperto un dibattito con i ragazzi sui valori che legano gli Stati membri: tutela della pace, stabilità, sicurezza e sviluppo, approfondendo lo slogan “Uniti nella diversità”. Gli studenti hanno mostrato grande vivacità intellettuale e l’esortazione finale per tutti loro è stata: “Diventate moltiplicatori di conoscenza”.

Tutti i gruppi ospiti sono stati coordinati da Rossella Culora, assistente di Corrao, che ha curato la logistica.

“Questa esperienza – hanno commentato gli studenti del Colajanni – è stata anche un’occasione propizia di conoscenza e scambio culturale tra gli studenti e i docenti delle dieci scuole coinvolte”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi