La figura dello psicologo tra mito e realta’

La figura dello psicologo tra mito e realta’

La figura dello psicologo rappresenta  da sempre un mito da sfatare : “se mi rivolgo a questo professionista saro ritenuto pazzo” ; “lui potra’ leggere nella mia mente” ; “mi costera’ una fortuna” ! Innanzitutto dobbiamo operare un distinguo fra le figure professionali di :

Psicologo :  innanzitutto egli non e’ un medico , e’  piuttosto un professionista laureato in psicologia , abilitato all’esercizio della professione tramite un apposito esame di stato, che una volta superato gli consente   attraverso l’ iscrizione all’albo professionale di svolgere il proprio operato come professionista della salute focalizzando la propria attenzione sul miglioramento della qualita’ di vita dell’individuo  , nonche’ di gruppi o comunita’ promuovendone il benessere; egli inoltre puo’ svolgere la propria professione in ambito clinico , in ambito aziendale , in ambito scolastico ma anche sportivo .

Lo strumento per eccellenza dello psicologo e’ rappresentato dal colloquio che puo’ essere  affiancato alla somministrazione di test psico-diagnostici .

Psicoterapeuta : lo psicoterapeuta e’ il laureato in psicologia o medicina che consegue un percorso formativo post-lauream almeno quadriennale , presso delle scuole di specializzazione riconosciute  che possono avere svariati approcci e metodi , lo strumento clinico dello psicoterapeuta  riconosciuto e’ la psicoterapia che tende  a trattare gli eventuali disturbi psicopatologici senza l’utilizzo farmacologico  ( se la figura clinica e’ uno psicologo piuttosto che un medico ) , gli psicoterapeuti sono coloro i quali fanno riferimento alla componente cosciente del soggetto in questione , ovvero cio’ che risulta essere piu’ superficiale .

Psicoanalista : esso e’ rappresentato da uno psicoterapeuta che esercita la propria professione utilizzando un tipo di approccio freudiano ( diverso dalle varie terapie cognitive comportamentali  , sistemiche , comportamentiste ecc  …)  che attenziona l’aspetto affascinante dell’inconscio,  sul quale si puo’ intervenire riducendo o eliminando i sintomi, cancellando le cause dalle quali sono scaturiti , utilizzando tecniche ideate  proprio dal grande freud ed evolutesi negli anni .

Psichiatra : questa figura e’ il laureato in medicina e chirurgia che possiede una specializzazione in psichiatria , egli e’ quindi un medico ed ha facolta’ di prescrivere farmaci, nonche’ richiedere esami clinici di vario genere.

Questa figura si occupa della prevenzione , cura e riabilitazione e diagnosi  di eventuali e vari disturbi mentali e di comportamenti ritenuti patologici  , in qualita’ di medico puo’ avere una formazione psicoterapeutica  e quindi possedere il titolo aggiuntivo psichiatra e psicoterapeuta .

Operata  questa  distinzione  fra  le  suddette  figure  professionali ,  dobbiamo a malincuore ricordare che  ancora  oggi  alle  soglie  dell’anno  2020  molte  persone a  seguito degli  stereotipi   e dei pregiudizi  che  aleggiano  intorno  alla figura  dello psicologo  e  dello psicoterapeuta  non  accedano  a tali  servizi di  aiuto .

In  primis  il  principale  mito  da sfatare  e’  senza  alcun  dubbio  l’idea  che allo  psicologo  si  rivolgano soltanto  i  matti  ( i  fuori  di  testa ),  e  cio’  accade soprattutto  con  le persone  piu’  avanti  con gli anni  , mentre fra i  giovani  l’approccio  mentale  verso  tali figure  di aiuto  diventa sempre piu’ soft  .

Le  problematiche  del  quotidiano , eventuali difficolta’  relazionali   sentimentali  e  non , difficolta’  scolastiche  , lavorative  ,  problemi  di  salute  ,lutti  e  tutto  cio’  che  rientra  nella sfera  esistenziale   umana  , divengono il terreno  fertile  sul  quale  lo  psicologo  lavorera’  in reciproca  collaborazione  con  il  paziente , al fine  di  recuperare  un  buono  stato  di  salute  psichica , restituendo  alla  persona  le  migliori  risorse  per  fronteggiare  ogni  eventuale   disarmonia .

Una  terapia  psicologica  e’  un qualcosa  destinato  a chiunque  , in quanto  non  necessariamente  bisogna  avvertire  un  malessere  , ma  a  volte l’obiettivo e’   semplicemente    imparare  i giusti  meccanismi  che  consentano  all’individuo  o ad  una  data  comunita’  o  gruppo  di   interfacciarsi  con  gli  altri  in modo  assertivo  ed  empatico.

storicamente  nel  periodo   fascista  la  psicologia  era  assolutamente  bandita  da qualunque  istituzione  e  ogni  eventuale  pratica  veniva  censurata  e condannata , ma  i tempi  sono  cambiati  ed  il volto  della  psicologia non  ha  piu’  aloni  di  imbarazzo   o  segretezza , piuttosto   si  affianca  sempre  piu’  alle  svariate  realta’  europee  , nelle  quali  la  figura  dello  psicologo  e’  pari  a  qualsiasi  altro  specialista  della  salute   , egli  e’ un  “ professionista  della  salute “.

altro  luogo  comune  sullo  psicologo  e’  che  questo  possa  manipolare  e  leggere  la mente  delle  persone  , operando  dei  cambiamenti  all’insaputa  della  persona   stessa ,  ma  in  realta’  nessuno  possiede  il  dono della  lettura  del  pensiero ,  vi  e’  piu’  che  altro  insieme  alle  competenze  acquisite  una  concreta   ed  empatica   attenzione  ed  osservazione  dell’altro .

A  volte  si  dice  anche  che  si  possa  star  meglio  chiacchierando e  sfogando i  propri malumori  con  gli  amici  , il  che  e’  fondamentale  per  il  benessere  dell’individuo  e  tra  l’altro   non  costano  nulla ,  ma  lo  psicologo  non  e’ un  amico  e’ un  professionista  nel settore  della  salute  che mette  a  disposizione  il  proprio  bagaglio  di esperienze  e competenze  al  fine  di  indurre il  soggetto  ad  attenzionare   aspetti  psichici  fino  a quel  momento  inesplorati  ,  facendo  proprie  risorse  personali .

Il  costo  di  uno  psicologo  puo’  variare  da  terapeuta  a  terapeuta  in base  anche  alle  proprie  specializzazioni   , il  minimo  riconosciuto  e’  di  euro  40  a seduta ,  ma   da certe   spese  si  puo’ solo trarre  giovamento  e  beneficio  per  la  propria  salute  psichica , inoltre  i  periodi  di cura  non hanno  una  durata  infinita  , sono   anzi  circoscritti  nel  tempo .

Troppo  spesso  si  ricorre  con  estrema  facilita’ agli  psicofarmaci  e  ansiolitici  di vario genere ,  pensando  che  essi  compiano  magie , ma  in  realta’  il  farmaco  agisce  soltanto  sul  sintomo che  rappresenta  un  grido  d’aiuto  per  informarci   di  possibili  disfunzioni,  ed  esula  dalla   comprensione  dell’origine  del  disagio  stesso.

Tanti  i    luoghi  comuni  da  sfatare  intorno  alla  psicologia  e  agli  psicologi   , ma  appartenere  alla  razza  umana  vuol  dire  anche  attraversare  momenti  di debolezza  caratterizzati  da    malesseri  interiori,  forieri  di senso  di  inadeguatezza  e  frustrazione,    soltanto  l’intervento   dello  psicologo  puo’  condurre  il  soggetto  a   scendere   a  patti  con  la  propria  unicita’  e   a   trasformare  le  proprie  fragilita’ in  una  marcia  in piu’.

  Psicologa  Dott.ssa  Fabiana  Cristina 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi