Falsi sondaggi online e la truffa corre sulla rete. L’allerta della Polizia Postale

Un’altra truffa che corre sulla rete è quella dei falsi sondaggi che compaiono come innocui messaggi, ma che se cliccati diventano una trappola per illecite intrusioni e sottrazione di dati. Come andiamo ripetendo da tempo noi dello “Sportello dei Diritti”, solo innalzando la soglia della nostra attenzione possiamo evitare di subire conseguenze da questi tentativi di frode. Anche la Polizia Postale tramite un post sulla sua pagina Facebook “Commissariato di PS On Line – Italia” ha pubblicato lo screenshot di uno dei “tipici” falsi sondaggi che compaiono sui nostri dispositivi e che c’invitano a cliccare sulle risposte che poi conducono su link che non sono altro che strumenti per introdursi nei nostri dispositivi e sottrarre dati di varia natura. Come sottolinea la Polizia Postale nel suo post “Tanto è facile la domanda quanto probabile che vi ritroviate truffati. Fate attenzione a questi sondaggi”. È questo l’ennesimo esempio di come sia facile oggigiorno truffare gli utenti della rete, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, perché si è tempestati quotidianamente da messaggi del genere. Bisogna, quindi, solo prestare più attenzione e evitare di dar seguito a questo tipo di richieste. Nel caso siate comunque incappati in frodi analoghe potrete rivolgervi agli esperti della nostra associazione tramite i nostri contatti email info@sportellodeidiritti.org o segnalazioni@sportellodeidiritti.org per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi.

Esprimi un giudizio
Condividi