L’on. Luisa Lantieri: “fare pagare il ticket per il tampone a chi ha necessità di controlli ciclici è una ingiustizia”

L’on. Luisa Lantieri: “fare pagare il ticket per il tampone a chi ha necessità di controlli ciclici è una ingiustizia”
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

“Potremo definirla una storia di normale ingiustizia quella che sta subendo chi deve recarsi in ospedale per sottoporsi a cicli di chemioterapia, radioterapia, terapie riabilitative o per curare altre patologie”. La deputata regionale On. Luisa Lantieri interviene sull’obbligatorietà del controllo anti-covid che deve essere effettuato tramite tampone da chiunque, per qualunque motivo, abbia la necessità di usufruire delle strutture ospedaliere. “Il problema – afferma l’on. Lantieri – è che il costo del tampone è a carico dei pazienti per la parte relativa al ticket,  un costo che per molti risulta essere, soprattutto in questo periodo, al di sopra dell proprie possibilità economiche, tanto da convincerli a rinunciare alle terapie”. “Non posso restare indifferente  a questo problema  che – continua l’On. Luisa Lantieri –  rappresenta una vera e propria ingiustizia nei confronti di chi  già è costretto ad affrontare un percorso di vita alquanto difficile e complicato. Questo è il motivo per cui chiedo all’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, di intervenire con la massima urgenza al fine di  esentate dal ticket per il tampone molecolare i pazienti fragili con patologie complesse che richiedono una presenza ciclica in ospedale”.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi