Enna – Il ritrovamento di Giuseppe Sauro nelle vicinanze del Crocifisso al bivio Kamut. Era scomparso il 3 novembre

Nota della Prefettura di Enna.

Sta bene Sauro Giuseppe, scomparso domenica scorsa, 3 novembre, data in cui è stato prontamente attivato in Prefettura il piano provinciale speditivo di coordinamento delle ricerche. Nella mattinata del 07 novembre 2019, dopo 5 giorni senza mangiare né bere, è stato ritrovato nelle vicinanze del Crocifisso al bivio Kamut di Enna e si trova attualmente ricoverato in ospedale per i controlli sullo stato di salute.

Alle ricerche, concluse con esito positivo, hanno partecipato senza soluzione di continuità, le Forze di polizia territoriali, i Vigili del Fuoco, il Servizio di Protezione Civile del Comune di Enna. Fondamentale il concorso da subito dei circa 40 volontari per turno dell’“Ente Corpo Volontari Protezione Civile Enna”. È stato, inoltre, assicurato a partire da giorno 5 novembre il concorso di 12 unità e 7 mezzi del locale Ispettorato Ripartimentale delle Foreste, di 4 volontari della Croce Rossa Italiana. In questi giorni, il Dipartimento regionale di protezione civile – Unità operativa di base di Enna ha disposto l’attivazione di ulteriori associazioni di volontariato della provincia. Prezioso l’impiego di unità cinofile, di squadre del “Sistema Automatico a Pilotaggio Remoto” (S.A.P.R. – Drone) e del Servizio di Topografia Applicata al Soccorso (TAS) dei Vigili del fuoco.

La Questura, i Carabinieri e la Guardia di Finanza hanno scandagliato le zone di maggiormente frequentate dall’anziano, con un numero complessivo di 36 pattuglie operative nell’arco di ciascuna delle 5 giornate delle operazioni, i Carabinieri hanno sorvolato in elicottero, la Guardia di Finanza ha anche impiegato 1 unità di soccorso del SAGF. Impiego poderoso e instancabile di risorse, soprattutto in considerazione dei mezzi di cui una piccola provincia può disporre.

Si è proceduto a perlustrare l’intero centro urbano e le pendici del monte su cui lo stesso insiste, nonché molte delle zone extraurbane di collegamento che la persona scomparsa abitualmente raggiungeva a piedi. Risolutive le immagini del circuito di videosorveglianza del Comune e la partecipazione attiva di tutta la comunità. Il Prefetto, dott.ssa Giusi Scaduto, nel corso della conferenza stampa tenutasi nella Sala Unità d’Italia del Palazzo del Governo di Enna subito dopo aver appreso la notizia, ha rivolto un affettuoso pensiero ai familiari del Sig. Sauro e ha ringraziato tutte le componenti del sistema di protezione civile che hanno partecipato alle operazioni di ricerca con tenacia, determinazione e grande professionalità.

Il Comandante provinciale dei VVF, Ing. Rizzo, ha fatto presente che in questa circostanza si è sperimentata per la prima volta ad Enna la nuova metodologia di ricerca geo-referenziata e con l’ausilio di droni.  Il Questore di Enna, Antonino Romeo, ha messo in evidenza il lavoro di squadra che ha consentito di condividere un bellissimo risultato: salvare una vita umana.

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri, Col. Saverio Lombardi,  ha precisato che con il passare dei giorni le speranze di trovare la persona scomparsa si affievolivano, senza tuttavia allentare le ricerche. Ha sottolineato l’importanza di  aver  studiato le abitudini per poter mirare le ricerche. Si è trattato, ha continuato, di un lavoro condotto dal generale al particolare, sgrossando man mano i dati, tecnica dispendiosa dal punto di vista delle risorse e dei mezzi che fortunatamente in questo caso ha prodotto i suoi frutti.

Il Sindaco, da ultimo, ha voluto porre in evidenza come l’innovazione degli strumenti di ricerca abbia avuto un fondamentale ruolo, unitamente ad un impegno incessante. Ha voluto ringraziare tutte le componenti del sistema e il Prefetto per la sua efficace attività di coordinamento.

Condividi la notizia