Piazza Armerina – Flash Mob in piazza Generale Cascino. Ricordati i bambini morti nel Mediterraneo. #maglietterosse

Non si può e non si deve restare indifferenti alla morte di un bambino soprattutto quando quella morte ha dei responsabili che non necessariamente hanno un coltello in mano, una pistola o un mitra. Basta una penna o una tastiera per uccidere in questo caso. Basta un decreto, un’ordinanza, una semplice raccomandazione scritta per diventare assassini e responsabili. Basta una notizia bufala per trasformarsi in mandanti, notizie come quella che centinaia di  migliaia di extracomunitari  stanno varcando i nostri confini tranne poi scoprire attraverso i numeri che l’immigrazione clandestina è diminuita dell’80% negl’ultimi due anni. Oppure  come affermare che gli immigrati rubano lavoro agli italiani mentre il direttore dell’Inps afferma che senza di loro sarà difficile poter continuare a pagare le pensioni.

I responsabili delle morti, i responsabili senza coltello, pistola o mitra,  sono tra noi e possiamo e dobbiamo combatterli. Non ci sono mezze misure: o siamo contro di loro o siamo complici dei loro delitti.  Non esiste il diritto ad ignorare il problema, di porsi in una sorta terra di mezzo,  perché in questo caso si diventa  il problema. E’ per tutto questo che oggi  sono stato fiero di aver fatto parte delle #maglietterosse che spontaneamente si sono radunate in piazza generale Cascino.

Nicola Lo Iacono

 

Condividi