StartNews

Valguarnera: richiesta di finanziamento per il restauro del panello di “San Cristoforo con il Bambino Gesù”

Valguarnera: richiesta di finanziamento per il restauro del panello di “San Cristoforo con il Bambino Gesù”

La sindaca di Valguarnera, Francesca Draià, ha annunciato che  il 14 Febbraio ha inoltrato una richiesta di finanziamento all’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e alla Soprintendenza di Enna per il recupero e il restauro di un importante pezzo del patrimonio artistico e spirituale della città: il panello murale di Maiolica policroma raffigurante “San Cristoforo con il Bambino Gesù”. Questo importante passo segue l’ottenimento del Decreto come Bene Tutelato, un riconoscimento che sottolinea l’importanza del panello non solo per la comunità di Valguarnera ma anche per l’intera Sicilia, testimoniando l’importanza della conservazione del patrimonio culturale.

San Cristoforo, patrono di Valguarnera, è una figura di spicco nella devozione popolare e la sua raffigurazione nel panello murale è un simbolo di protezione e guida per la comunità. La richiesta di finanziamento mira a preservare questo simbolo, assicurando che le future generazioni possano continuare a godere e riflettere sul suo significato culturale e religioso.

CASTELlaccio ani2

Il processo di recupero e restauro del panello murale rappresenta una sfida significativa, ma anche un’opportunità unica per rinnovare l’interesse verso il patrimonio artistico e storico di Valguarnera. La sindaca Draià ha espresso ottimismo riguardo alla possibilità di ottenere i fondi necessari, sottolineando l’impegno dell’amministrazione comunale nel promuovere la tutela e la valorizzazione dei beni culturali della città.

La comunità di Valguarnera attende con speranza l’esito della richiesta, consapevole dell’importanza del restauro per la conservazione della propria identità culturale e della propria eredità storica. Il successo di questa iniziativa potrebbe non solo riportare al suo antico splendore il panello di San Cristoforo, ma anche stimolare un rinnovato interesse per le altre opere d’arte e i monumenti storici della zona, promuovendo la cultura e il turismo in un’area ricca di storia e tradizioni.

CASTELlaccio ani2

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi