StartNews

Una voce per la Sicilia: L’AUCLIS si mobilita per la lingua siciliana

Una voce per la Sicilia: L’AUCLIS si mobilita per la lingua siciliana

La Sicilia si trova di fronte a una sfida culturale di proporzioni storiche. L’AUCLIS, federazione di diciotto associazioni radicate nell’isola, solleva un grido d’allarme per la tutela della lingua siciliana, patrimonio inestimabile minacciato da pregiudizi radicati e dall’assenza di politiche di promozione. La lettera aperta inviata ai deputati regionali non è solo un appello, ma un manifesto di resistenza culturale.

L’allarme AUCLIS: una lingua sotto assedio

L’AUCLIS lancia un monito chiaro: il siciliano è una lingua vulnerabile, non un dialetto marginale. L’erosione linguistica, alimentata da pregiudizi e negligenza politica, rischia di cancellare un tassello irrinunciabile dell’identità siciliana. Questa non è soltanto una questione di conservazione linguistica, ma di resistenza culturale in un’epoca di omologazione. La lotta per la sopravvivenza del siciliano è irta di ostacoli. I pregiudizi che lo relegano a “lingua di serie B”, inadatta ai tempi moderni, sono radicati e dannosi. Questa battaglia contro l’oblio richiede un cambio di narrazione: il siciliano come lingua viva, capace di evolversi e di esprimere la ricchezza culturale dell’isola.

SKIMICANDO

Proposte concrete: dall’insegnamento ai media

L’AUCLIS non si limita a denunciare; propone soluzioni pratiche. Dall’implementazione della legge sull’insegnamento del siciliano, evitando approcci obsoleti, all’incentivazione del suo uso nei media e nella produzione culturale. Queste azioni mirano a rianimare il siciliano, riscoprendolo come lingua adatta alla comunicazione contemporanea. La mobilitazione per la lingua siciliana si concretizza in eventi e convegni, come il prossimo incontro al Parlamento siciliano e il convegno online “Alla ricerca della verità sulla Lingua Siciliana”. Questi appuntamenti sono l’occasione per rafforzare la comunità di parlanti, scienziati e politici attorno a un obiettivo comune: la rinascita del siciliano come lingua di cultura, storia e quotidiano.

L’azione dell’AUCLIS, con il suo forte richiamo all’unità e alla responsabilità collettiva, rappresenta un punto di svolta per la tutela del siciliano. Sta ai politici e alla comunità tutta raccogliere questo appello, affinché la lingua siciliana possa continuare a vivere e fiorire nel cuore del Mediterraneo.

Lucia Sansone per StartNews

CASTELlaccio ani2

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi