Bando Più Artigianato, Giglione (Cna Sicilia): bene innalzamento aiuti ed estensione dell’agevolazione all’autotrasporto

Bando Più Artigianato, Giglione (Cna Sicilia): bene innalzamento aiuti ed estensione dell’agevolazione all’autotrasporto

“Esprimiamo grande soddisfazione per l’innalzamento del massimale dell’aiuto concedibile a 300 mila euro e per l’estensione del contributo anche alle imprese del settore dell’autotrasporto”. Lo dice Piero Giglione, segretario di Cna Sicilia, commentando le novità relative all’avviso “Più Artigianato” pubblicato sul sito web della Cassa regionale per il credito alle imprese artigiane siciliane (Crias).
“Più volte – spiega – avevamo auspicato questi correttivi. L’aumento del massimale consente alle imprese una maggiore capacità di investimento a beneficio della loro competitività, mentre il coinvolgimento del settore dell’autotrasporto va a sanare una stortura che fino a ieri penalizzava un settore strategico per lo sviluppo dell’artigianato. Riteniamo che questo avviso – conclude Giglione – rappresenti una valida ed efficace opportunità per le imprese artigiane dell’isola che vogliono crescere”.

Il nuovo bando “Più Artigianato” segna una svolta importante per il tessuto imprenditoriale siciliano, con un netto innalzamento del massimale degli aiuti e un’estensione significativa del contributo a nuovi settori. L’assessore regionale alle Attività produttive, Edy Tamajo, sottolinea l’importanza di questo provvedimento nell’ottica di un supporto costante alle iniziative locali, con un occhio di riguardo per l’innovazione e la crescita sostenibile.

Queste novità rappresentano non solo un riconoscimento dell’importanza dell’artigianato e dell’autotrasporto nel panorama produttivo siciliano ma anche un incentivo concreto per l’ammodernamento e l’espansione delle attività imprenditoriali dell’isola. Con quasi mille richieste già pervenute, il bando promette di essere un pilastro fondamentale per il sostegno e lo sviluppo economico della regione.

Incremento degli Aiuti e Ampliamento dei Beneficiari

Il nuovo bando “Più Artigianato” rappresenta una ventata di freschezza nel panorama degli aiuti alle imprese siciliane. Con un tetto massimo di aiuto innalzato fino a 300 mila euro, il governo regionale dimostra una decisa volontà di investire sulle capacità produttive locali. Ma la vera novità è l’estensione di questi aiuti al settore dell’autotrasporto, una mossa che mira a rafforzare l’efficienza e la competitività del trasporto merci su strada, vitale per l’economia dell’isola. Queste misure si inseriscono in un quadro europeo di sostegno, evidenziando l’attenzione del governo Schifani verso un approccio più inclusivo e mirato al rilancio economico.

Un Successo Annunciato: La Risposta delle Imprese

Da quando il bando è stato aperto, la risposta delle imprese non si è fatta attendere: quasi mille richieste per oltre 87 milioni di euro di investimenti parlano chiaro. Questi numeri non solo testimoniano l’interesse e la fiducia del tessuto imprenditoriale siciliano verso le iniziative proposte dalla Regione ma anche la vitalità di un settore che, nonostante le sfide, guarda al futuro con ottimismo. L’assessore Edy Tamajo sottolinea questo trend positivo, anticipando un impatto significativo sulle oltre 2.000 iniziative imprenditoriali che potranno beneficiare delle agevolazioni.

Le Agevolazioni: Un’Opportunità di Crescita

Le agevolazioni previste dal bando sono un esempio concreto di come il supporto pubblico possa facilitare la crescita e l’innovazione nel settore privato. L’abbattimento degli interessi fino all’80% e il contributo in conto capitale pari al 20% degli investimenti rappresentano un incentivo significativo per le aziende che puntano a modernizzare le proprie strutture e servizi. Con risorse disponibili che ammontano a circa 38 milioni di euro, il bando si pone come un pilastro fondamentale per lo sviluppo economico dell’isola, sostenendo gli investimenti e stimolando la creazione di nuove opportunità di lavoro.

Il Ruolo di Crias e le Prospettive Future

La Crias, ente attuatore della misura, gioca un ruolo cruciale in questo scenario, fungendo da ponte tra il governo e le imprese. La sua capacità di gestire le risorse e di indirizzarle efficacemente verso i progetti più meritevoli sarà determinante per il successo del bando. Inoltre, le prospettive future per il settore delle attività produttive in Sicilia appaiono promettenti, con una continua apertura verso nuovi settori e una crescente attenzione verso le esigenze delle piccole e medie imprese. L’obiettivo è chiaro: rendere l’isola un luogo sempre più fertile per l’imprenditorialità, l’innovazione e lo sviluppo sostenibile.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi