Premio letterario Terra dei Padri: un viaggio nel sogno e nel tragico del primo Novecento

Premio letterario Terra dei Padri: un viaggio nel sogno e nel tragico del primo Novecento

Ascolta Articolo

Il Premio letterario Terra dei Padri edizione 2024 si apre a nuovi orizzonti interpretativi, celebrando il centenario della scomparsa di Eleonora Duse e l’opera di Gabriele D’Annunzio. Quest’anno, il premio invita a esplorare la letteratura del primo Novecento italiano, un periodo ricco di sogno, recita e tragico, attraverso una lente che combina linguistica, letteratura, filosofia e antropologia.

La giuria, presieduta da Pierfranco Bruni e composta da figure di spicco nel panorama culturale e accademico, valuterà le opere ispirate a questo tema. Il concorso è gratuito e aperto a tutti, suddiviso in cinque sezioni che spaziano dalla poesia al racconto, dai giovani agli istituti scolastici, fino a includere le scuole italiane all’estero.

I partecipanti dovranno inviare i loro lavori entro il 15 marzo 2024, assicurandosi di mantenere l’anonimato per garantire un giudizio imparziale. La cerimonia di premiazione si terrà a settembre 2024, in un luogo ancora da definire, e vedrà non solo la premiazione dei vincitori ma anche la pubblicazione degli elaborati meritevoli in un’antologia curata dalla casa editrice Solfanelli.

Questo evento non solo celebra la letteratura e i suoi protagonisti ma si configura anche come un momento di riflessione culturale profonda, un’occasione per riscoprire e valorizzare il patrimonio letterario italiano del Novecento.

Per maggiori informazioni clicca qui

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi