StartNews

Enna, Itinerari di legalità: mercoledi’ 13 luglio, il libro di Alex Corlazzoli “Paolo sono”

Enna, Itinerari di legalità: mercoledi’ 13 luglio, il libro di Alex Corlazzoli “Paolo sono”

𝗣𝗮𝗼𝗹𝗼 𝗦𝗼𝗻𝗼, edito da Giunti Editore, è il libro che sarà presentato nell’ambito del progetto “Itinerari di Legalità”, mercoledì 13 luglio, alle ore 18:30, alla Torre di Federico ad Enna. L’evento è patrocinato dal Comune e dalla Questura di Enna ed è organizzato dall’UEPE di Caltanissetta ed Enna, in collaborazione con l’associazione di promozione culturale e turistica Inner Sicily. Interverrà l’autore Alex Corlazzoli, giornalista, scrittore ed insegnante. Dopo i saluti del Prefetto Matilde Pirrera e del sindaco di Enna Maurizio Dipietro,  Rosanna Provenzano direttrice dell’UEPE di Caltanissetta ed Enna introdurrà e presenterà, insieme a Irene Bonanno e Pasquale Tornatore dell’associazione  Inner Sicily, il progetto “Itinerari di legalità”.

A chiacchierare con l’autore, la giornalista Pierelisa Rizzo. Interverranno Corrado Basile, Questore di Enna; Raffaele Scuderi, Preside della facoltà di Scienze Economiche e Giuridiche della Kore; Agata Ciavola, docente di diritto processuale e penale e la psicologa dell’età evolutiva Laura Di Venti.

tEatro ORDINA

Paolo sono”, nel 30° anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio, racconta la vita di Paolo Borsellino, di per se stessa un grande romanzo civile,attraverso alcune tappe significative che ne testimoniano l’autentica, profonda ed esemplare umanità.

𝗣𝗮𝗼𝗹𝗼 𝗦𝗼𝗻𝗼 rappresenta, inoltre, un’importante esempio di legalità che potrà essere assunto da modello da quanti riusciranno a immedesimarsi nella vita di questo grande uomo.

L’evento di Enna si inquadra in un progetto dell’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Caltanissetta-Enna,  in collaborazione con l’associazione culturale di promozione turistica INNER SICILY, denominato “Itinerari di Legalità” che da  giugno a novembre propone un ricco programma di eventi.  Il Progetto è rivolto a chi sconta una pena all’esterno del carcere ma anche ai detenuti e, più in generale, all’intera comunità e si snoda attraverso percorsi formativi aventi a tema la legalità, la cura, l’ambiente, l’incontro con il paesaggio, l’arte e la bellezza. si tratta di percorsi e intrecci di storie utili a ricreare legami e a favorire la partecipazione e l’inclusione  nella vita comunitaria.

CASTELlaccio ani2

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi