Borsa: quali previsioni per i titoli italiani con la nuova stretta anti-Covid?

Borsa: quali previsioni per i titoli italiani con la nuova stretta anti-Covid?

In Italia l’emergenza sanitaria continua a peggiorare, con il rialzo del tasso di positività e l’aumento del numero di contagiati e decessi, situazione che ha portato a decretare un ulteriore lockdown. A questo bisogna aggiungere il ritmo troppo lento del piano di vaccinazione, con l’Unione Europea che non sta riuscendo a mantenere il passo di Stati Uniti e Regno Unito, oltre al pesante stop dell’Aifa ai vaccini di AstraZeneca.

Eppure Borsa Italiana prosegue positiva, con Piazza Affari che dall’inizio dell’anno è salita di oltre l’8%, con un incremento del 4,6% a febbraio e una crescita del 3,7% nelle prime settimane di marzo. L’andamento però è in rallentamento, soprattutto a causa della nuova stretta anti-Covid, tuttavia si sono fatte notare le prestazioni positive di Stellantis, Terna, Leonardo e Diasorin.

In particolare, è proprio Stellantis uno dei titoli più monitorati dagli investitori, specialmente dopo il rating buy di Deutsche Bank con un target price a 20 euro, ben al di sopra della quotazione attuale. Secondo gli esperti, nonostante l’aggravarsi della pandemia di Coronavirus la Borsa di Milano continuerà nella fase bullish, con un margine di crescita ancora presente e prospettive per il possibile superamento dei 25.500 punti nel breve e medio termine.

Come fare trading online sui titoli di Borsa Italiana

Per un trader alle prime armi Borsa Italiana è senz’altro il primo mercato sul quale cominciare a investire, in quanto si tratta del settore più conosciuto e semplice per un investitore principiante. Le aziende quotate a Piazza Affari sono spesso imprese note, sulle quali è semplice ottenere informazioni sui bilanci e i piani industriali, per questo motivo i professionisti consigliano di partire sempre con la Borsa di Milano prima di passare a quelle europee, americane e asiatiche.

Prima di iniziare, però, è fondamentale studiare le basi del trading azionario, ad esempio cominciando con la guida dettagliata a cura degli esperti di TradingOnline.me, dove trovare indicazioni complete dalla scelta del broker alle strategie operative più efficaci. L’azionariato italiano ed europeo, infatti, è più accessibile per un investitore retail, perciò è possibile realizzare con maggiore precisione e accuratezza studi di analisi fondamentale e tecnica.

In questo modo, utilizzando strumenti finanziari professionali si possono pianificare strategie efficienti, per fare trading sulle azioni di Piazza Affari con una corretta gestione dei fattori di rischio. Naturalmente, per una migliore diversificazione del portafoglio è essenziale proseguire con il percorso di formazione, per essere in grado di operare anche sui mercati esteri più promettenti, come il Nasdaq 100 e lo S&P 500.

Un bilanciamento ottimale richiede anche la differenziazione delle operazioni finanziarie, per investire non solo su titoli di aree geografiche diverse, ma anche su vari tipi di asset per minimizzare ulteriormente il rischio. Un approccio consapevole permette di aumentare la sostenibilità degli investimenti nel lungo periodo, ad ogni modo è essenziale iniziare sempre con lo studio delle tecniche di analisi finanziaria e dei principali strumenti d’investimento.

Borsa Italiana: cosa aspettarsi nelle prossime settimane

Le prospettive di Borsa Italiana sono strettamente legate alla crisi sanitaria, per questo motivo è indispensabile monitorare con estrema attenzione l’evoluzione della pandemia e i dati su vaccinazioni e contagiati. Alcune rassicurazioni importanti sono arrivate dalla Bce, con l’istituto di Francoforte che ha confermato la volontà di accelerare sul piano di acquisti di bond sovrani nel prossimo trimestre, per evitare l’aumento eccessivo delle obbligazioni pubbliche e non rallentare i mercati finanziari.

Purtroppo il programma di immunizzazione dell’Unione Europea non sta ottenendo i risultati sperati, infatti nonostante gli annunci che prevedono il target del 70% di vaccinati entro l’estate, questo traguardo rimane per il momento davvero lontano e sempre più irraggiungibile. Nel dettaglio, sarà essenziale vedere gli effetti del Next Generation EU, con i fondi europei che potrebbero ridare nuovo slancio all’economia dell’Eurozona.

In questo scenario di medio termine gli analisti stimano andamenti positivi per i titoli bancari, finanziari ed energetici, settori che potrebbero avvantaggiarsi più di altri della ripresa economica. Senza dubbio le potenzialità per un rally delle Borse europee nel 2021 ci sono tutte, ad ogni modo bisognerà vedere se la pandemia di Covid-19 sarà gestita in modo tale da non compromettere la ripartenza e gli investimenti.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi