La disunione europea

La disunione europea

Manipoli di persone inutili ,provenienti da ventotto Stati che nel tempo si sono alternati nella guida dell’Europa, sono riusciti a realizzare il loro capolavoro: la disunione europea. Ho  voluto aspettare l’epilogo del dramma vissuto da circa cinquanta persone, per fare qualche considerazione. Senza volere entrare nel merito della legge Salvini sull’immigrazione, che in parte non condivido. E’ il  comportamento della comandante della Sea Watch che mi ha creato seri dubbi: quattordici giorni di navigazione e di sosta al limite delle acque territoriali di Lampedusa, pur conoscendo che con la nuova legge italiana le era stato proibito, ben dodici giorni prima, l’accesso al porto di Lampedusa.

Trattandosi di una imbarcazione con meno di cinquanta immigrati avrebbe potuto contattare la Grecia,Malta,la Spagna e la Francia non insistere e sfidare il nostro Governo, ormeggiata nei pressi di Favignana. A comportarsi in questo modo ha certamente contribuito il suo dna tedesco, ma forse l’appoggio indiretto di certi poteri. Ma le considerazioni che sento opportuno fare sono due:

– La Corte di Strasburgo ha respinto il ricorso dell’ong collegata alla Sea Watch, indirettamente giustificando il comportamento  del governo italiano

–  L’Europa ordina: fateli sbarcare. Quale Europa può dare questo ordine all’Italia, la stessa che ha consentito e continua a consentire a diversi paesi di non ospitare nemmeno uno degli immigrati ?

L’aspetto umano per quanto accaduto merita molto rispetto ma poteva benissimo essere trattato diversamente, specie nei confronti dell’Olanda battendo la Sea Watch bandiera olandese. Io avrei  fatto sbarcare prima i migranti e con un volo immediatamente trasferirli a Bruxelles. creando un vero grosso caso che avrebbe potuto determinare  le condizioni per un seria urgente valutazione del problema migrazione. Purtroppo la nostra non è un’ Unione Europea ma la riunione di quattro amici al bar che trattano i diversi problemi giocando a tresette.

Angiolo Alerci

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi