L’on. Luisa Lantieri: “latitante il governo siciliano sui problemi degli agricoltori e degli allevatori”

L’on. Luisa Lantieri: “latitante il governo siciliano sui problemi degli agricoltori e degli allevatori”

L’incontro della settimana scorsa a  Palermo dell’On. Luisa Lantieri, portavoce delle problematiche legate all’agricoltura siciliana,   con il presidente della Regione  Nello Musumeci, è servito a sollecitare il governo regionale ad  un’azione immediata a difesa dei lavoratori e imprenditori agricoli, le cui difficoltà erano già state sottolineate in una riunione svoltasi a Nicosia il 26 giugno scorso. In quell’occasione erano state individuate dall’On. Lantieri delle proposte concrete da far giungere al Presidente Musumeci. Prima fra tutte il ripristino della convenzione tra Agea e imprenditori agricoli, successivamente  l’apertura di un tavolo tecnico con il Ministero dell’Agricoltura  al quale dovrebbe partecipare anche il Governatore siciliano e la stessa Agea. La terza proposta riguarda il ripristino del sistema informatico e infine la correzione dell’algoritmo utilizzato per le assegnazione dei contributi.

“Il mio pacchetto di proposte – afferma Luisa Lantieri –  è stato discusso e condiviso dal Presidente. Gli agricoltori sono comunque  in  difficoltà e accusano il Governo di immobilismo. Ne è la riprova il fatto che in un settore chiave della nostra economia le domande di “primo insediamento” dei giovani agricoltori  , ben 4200, non hanno avuto alcuna risposta da parte della Regione. Ci sono inoltre i problemi legati all’acqua irrigua: la cattiva distribuzione delle risorse idriche in Sicilia rappresenta un forte ostacolo allo sviluppo dell’agricoltura. Occorrerebbe mettere a punto un piano razionale di distribuzione e dare così  più certezze al mantenimento dei raccolti e alla gestione dei capi di bestiame”

“Sono trascorsi 8 mesi dall’insediamento di questa Giunta regionale – conclude L’on. Lantieri – e concordo pienamente con la Coldiretti quanto afferma che nulla si è fatto se non mantenere uno statu quo che inevitabilmente acuisce i problemi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi