Serrata dei bar della movida piazzese: un gesto di responsabilità. Ancora fake news su Facebook

Serrata dei bar della movida piazzese: un gesto di responsabilità. Ancora fake news su Facebook

Sul fatto che stavamo correndo il rischio “zona rossa” il sindaco Nino Cammarata era stato chiaro, ma pur trattandosi solo di un’ipotesi la notizia su Facebook si è subito trasformata in certezza. Ancora una volta voglio precisare che in questi casi vanno ricercate fonti autorevoli e pur sapendo che compio un peccato di presunzione vorrei precisare che Startnews da 14 anni si occupa di informazione e tra miglia di notizie di cronaca non ne troverete mai una falsa. Se una notizia che sembra importante non la trovate da noi, molto probabilmente è solo perché non ne abbiamo ancora accertato la veridicità: consideratela falsa.  Nessuna zona rossa per il momento, questa è la  notizia vera confermata anche dall’Asp di Enna.

A Piazza Armerina un altro evento merita di essere portato alla ribalta della cronaca e riguarda la chiusura volontaria di tre attività di ristorazione, punto di riferimento della movida piazzese in piazza G.B. Giuliano: l’Highlander, l’Ottantasette, il Ritrovo, Actually e Happy Hours Café . I gestori hanno deciso, venendo incontro all’esigenza della città, di limitare gli assembramenti abbassando le saracinesche. Una serrata che, senza troppa retorica, fa onore a questi imprenditori spesso accusati  di essere  gli untori della pandemia a Piazza Armerina. E’ vero che nella zona spesso si sono verificati degli assembramenti ma è altrettanto vero che alcuni video sono stati postati maliziosamente su Facebook solo per fare notizia e che, se si vanno ad analizzare i focolai dell’epidemia a Piazza Armerina, si scopre che la maggior parte nasce in funerali, feste, matrimoni o, come nell’ultimo caso, in sale da ballo e palestre.

La serrata di piazza Boris Giuliano è un gesto comunque di grande maturità e corregge l’immagine negativa di questi giovani imprenditori che svolgono un’importante azione di richiamo turistico a breve raggio, essenziale per l’economia della nostra città, e un’altrettanto importante funzione  legata alla gestione del tempo libero e alla socializzazione.

Nicola Lo Iacono

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi