Finanziamento revocato alla Villa romana del Casale: l’assessore Ettore Messina chiede che se ne parli in consiglio.

Finanziamento revocato alla Villa romana del Casale: l’assessore Ettore Messina chiede che se ne parli in consiglio.
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

L’assessore Ettore Messina chiede un consiglio comunale straordinario che si occupi della revoca del  finanziamento alla Villa Romana del Casale che sarebbe stato revocato per la mancanza dei progetti esecutivi. Questo il testo inviato dall’assessore Messina al presidente del consiglio Incalcaterra per la richiesta  di convocazione.

«Alla luce delle notizie di stampa emerse in questi giorni e come pure a delle interviste rilasciate da  una Associazione turistico-culturale da cui si evince che il finanziamento per la ultimazione dei lavori c/o la Villa Romana del Casale risulta essere stato revocato in quanto, come da D.D.G. n.2389 del 28/5/2019, il progetto di restauro pari a € 9.745.541,93 “ è archiviato ed a tutti gli effetti decaduto dalla pertinente graduatoria già approvata con DDG n.4345 del 18/9/2018 della linea di intervento 6.7.1 e 6.7.2 del PO FESR 2014/2020…….” Con le motivazioni tra l’altro in premessa,  nel citato  Decreto n.2389/2019 che qui si riportano: “ Viste – la richiesta integrazione documentazione del Dipartimento BB.CC. e I.S. prot.8656/2019; – il preavviso di archiviazione del Dipartimento BB.CC. e I.S. prot. 10723 del 22/2/2019”

Dato atto che è stato emanato un nuovo D.D.G. n.644 del 4 Marzo 2020 ove è ammissibile una progettualità divisa in due parti:

€ 3.387.949,76 intervento sui mosaici;

€ 6.430.928,54 interventi strutturali e nuove coperture.

Si rileva che l’ ammissibilità comporta tutto l’iter iniziale per la finale  approvazione e finanziamento (validazione,commissione,approvazione graduatoria provvisoria e approvazione definitiva e naturalmente con la copertura finanziaria nell’apposito Cap.).

Tale iter burocratico-amministrativo comporta una tempistica  non quantificabile in  quanto  si conoscono i tempi della burocrazia e sempre con l’ augurio che vi siano le risorse finanziarie per gli interventi.

Certamente oggi con il finanziamento europeo avremmo risolto il problema.

Fatta tale doverosissima e obbligatoria premessa e considerato il forte rischio di affrontare future e lunghe tempistiche  e lungaggini burocratiche per un intervento ritenuto ormai improcrastinabile sul sito UNESCPO –Patrimonio dell’Umanità, Villa Romana del Casale, si chiede al Sig. presidente del Consiglio Comunale di convocare in seduta urgente e straordinaria il Consenso Civico avente all’

o.d.g

1)-Problematica finanziamento e inizio lavori, ormai improcrastinabili, sito archeologico Villa Romana del Casale,Patrimonio dell’Umanità sito UNESCO dal 1997;

2)-Istituire apposita Commissione Consiliare per recarsi all’Assessorato Regionale BB.CC. e I.S. per chiedere una accelerazione sull’iter burocratico per consentire  gli interventi dovuti, e comunque ormai improcrastinabili,fermo restando che trattasi di un bene sotto tutela UNESCO e di responsabilità,preservazione e competenza gestionale primarie della stessa Regione Siciliana.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi