Associazione “ Progetto Piazza  Armerina”: l’area commerciale della Villa Romana cambi proprietario

Associazione “ Progetto Piazza  Armerina”: l’area commerciale della Villa Romana cambi proprietario

Riceviamo e pubblichiamo.

Dalle recenti notizie di stampa, apprendiamo che approda in Consiglio Comunale il regolamento per le attività commerciali dell’area adiacente alla Villa Romana del Casale. A tale proposito per non dimenticare, l’Associazione, la cui finalità è di evidenziare fatti e problemi cittadini di particolare interesse generale, si propone di rappresentare alle istituzioni competenti la
vicenda dell’area commerciale e parcheggi della Villa Romana del Casale, peraltro, nell’ex veste di Consigliere C. e di quella attuale più volte ha portato all’attenzione l’importante problematica con interrogazioni, interpellanze e atti di indirizzo nel tentativo di una legittima soluzione, chiedendo specificatamente la nomina di un legale, per verificare la legittimità dell’iter procedurale, ritenuto che, l’ex Provincia Regionale di Enna aveva messo in atto a seguito del finanziamento di €. 6.235.450,00 per la realizzazione di interventi di recupero, tutela, restauro e aumento della fruibilità della Villa Romana del Casale – Pit. 11, turismo tra archeologia e natura. Intervento 2.5. Misura 2.01, nella qualità di stazione appaltante realizzava l’area commerciale e parcheggi annessi alla Villa Romana del Casale, procedendo all’acquisizione nel proprio demanio per esproprio dei terreni
ricadenti nell’area, divenendone proprietaria dell’intera area del parcheggio e di una parte consistente dell’area commerciale, (una parte dell’area commerciale invece è stata espropriata dalla Regione Siciliana e appartiene al demanio Regionale) senza avere sborsato un solo centesimo dal proprio bilancio, per l’effetto, attraverso la singolare procedura quale proprietaria dell’area nominata è divenuta altresì esattore dei tributi per l’occupazione degli stalli commerciali e per la gestione dei parcheggi affidati ad una Ditta di Sciacca. Tra l’altro, l’ex Provincia Regionale per Legge non può rilasciare nessuna autorizzazione all’esercizio del Commercio.

L’unico Ente al rilascio di autorizzazioni commerciali è l’ufficio commercio del Comune di Piazza Armerina che è sottoposta alla preventiva autorizzazione dell’ex Provincia Regionale, in quanto proprietaria dell’area assegna gli stalli. A seguito delle continue sollecitazioni, ripeto nell’ex veste, l’Amm. Comunale, presieduta dall’ex Sindaco Nigrelli, conferì incarico legale per verificare la legittimità dell’iter procedurale provinciale che, purtroppo, non ebbe esito per i motivi contenuti nella nota di riscontro del legale, pratica quindi rimasta interlocutoria. La Villa Romana, bene dell’UNESCO, rappresenta per la Città una risorsa turistico economico di vitale importanza, che le vigenti politiche odierne, riferite alla nuova geografia territoriale con la soppressione delle Province, non permettono più il rinvio della risoluzione del problema sopra richiamato, per evitare che ancora una volta la Città sia spogliata di parte del patrimonio, sarebbe necessario che le Istituzioni locali intervengono con il Governo Regionale, affinché venga destinata al patrimonio della Città di Piazza Armerina o, in alternativa, sia unificata all’area già di proprietà della Regione Siciliana, assegnandone la gestione al Comune di Piazza Armerina.

 

Basilio Fioriglio

Associazione “ Progetto Piazza  Armerina” Per la salvaguardia del centro storico Sede Piazza Martiri D’Ungheria

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi