La Situazione finanziaria del comune fa discutere. E la Corte dei Conti vuol sapere tutto sul 2015

La Situazione finanziaria del comune fa discutere. E la Corte dei Conti vuol sapere tutto sul 2015

La situazione finanziaria del comune di Piazza Armerina è critica e a confermarlo sono le dichiarazioni del sindaco Cammarata dei giorni scorsi e quelle del ragioniere capo del comune Dott. Alfonso Catalano. Critica ma non fallimentare, visto che da più parti si afferma che comunque permangono margini di manovra per operare un primo risanamento dei conti. Altri sostengo invece che potrebbe essere “più conveniente” dichiarare il dissesto, operazione il cui obiettivo, anche se con tempi molto dilatati, è quello di raddrizzare i conti anche se comporta una serie di penalizzazioni per la città.

Occorre procedere con prudenza su una strada piena di insidie ma siamo convinti che lo staff dell’ufficio di ragioneria e il dottor Alfonso Catalano sono all’altezza del compito loro assegnato, tenendo anche conto che la sentenza del Tar di Catania  ha snaturato del suo significato politico l’eventuale dichiarazione di dissesto finanziario. Per i non addetti ai lavori precisiamo che il dissesto avrebbe potuto, al verificarsi di certe condizioni, inibire comunque la candidatura di Miroddi. In pratica si sarebbe potuto utilizzare  la procedura come arma politica.

Ritornando sull’argomento finanze pubbliche del comune, potrebbero comunque profilarsi responsabilità  dirette da parte dei vecchi amministratori che hanno governato fino a luglio di quest’anno per alcune operazioni contabili compiute  nel 2015. Infatti, contrariamente quanto affermato con una certa veemenza dalla coppia Mattia-Miroddi in questo ultimo periodo e in momenti diversi, la Corte dei Conti ,così come riportato nella pagina Facebook del sindaco, sta indagando su alcuni presunti “ritardi”, su “sottostime” e su “probabili violazioni di legge” verificatesi nel 2015 . L’uso delle virgolette fatto da Cammarata è dovuto al fatto che è la stessa Corte dei Conti a segnalare le situazioni poco chiare.

Quale lettera sventolava l’ex sindaco Miroddi da un palco alcuni giorni fa affermando che la Corte dei Conti aveva avvallato positivamente la sua gestione? Cosa contenevano i documenti contabili mostrati in pubblico da Giuseppe Mattia  con tanto di faldone durante un incontro dove si parlava di dissesto ? Basteranno le loro “carte” a convincere la Corte dei Conti di una perfetta regolarità delle operazioni contabili e amministrative? Ovviamente noi siamo qui a disposizione di chiunque avesse qualcosa da dire o replicare.

Per giorno 19 dicembre Nino Cammarata è stato convocato dalla Sezione di Controllo delle Ragione Siciliana. Ovviamente la sua Giunta non ha nessuna responsabilità e in questi casi il Primo Cittadino  viene convocato quale massimo rappresentante del comune. C’è da scommettere comunque che Cammarata porterà con se la relazione di inizio mandato stilata dal suo ragioniere capo che, come è noto, già segnalava delle irregolarità contabili che si sarebbero verificate nella gestione precedente.

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi