IO VOTO CON LA TESTA

IO VOTO CON LA TESTA

Cosa trovi in questa pagina

Appena saranno resi noti pubblicheremo i programmi dei candidati. Prevista anche la pubblicazione di interviste e una sezione dedicata al controllo delle affermazioni (Fact-checking)

 

Io voto con la testa” è una iniziativa che ha lo scopo di aumentare la capacità dei cittadini di scegliere amministratori in grado di far crescere la comunità da un punto di vista economico, culturale, sociale. 
L’iniziativa non appartiene ad alcun partito politico o movimento ed è aperta al contributo di tutti.

Non esiste e non esisterà una lista civica collegata a questa iniziativa. 
 

 

Il Vademecum di “Io voto con la testa

Vademecum amministrative – Parte III: i programmi dei candidati.

Redazione StartNews Commenti disabilitati su Vademecum amministrative – Parte III: i programmi dei candidati.

Vademecum Amministrative. Parte II : chi votare

Redazione StartNews Commenti disabilitati su Vademecum Amministrative. Parte II : chi votare

Vademecum Amministrative. Parte I : chi non votare.

Redazione StartNews Commenti disabilitati su Vademecum Amministrative. Parte I : chi non votare.

Articoli sulle prossime elezioni 

Vademecum amministrative – Parte III: i programmi dei candidati.

Redazione StartNews Commenti disabilitati su Vademecum amministrative – Parte III: i programmi dei candidati.

Elezioni: nel ballottaggio simulato stravince Tudisco su Miroddi

Redazione StartNews Commenti disabilitati su Elezioni: nel ballottaggio simulato stravince Tudisco su Miroddi

Piazza Armerina, elezioni – Tudisco : niente ammucchiate elettorali. No a Forza Italia e Lega

Redazione StartNews Commenti disabilitati su Piazza Armerina, elezioni – Tudisco : niente ammucchiate elettorali. No a Forza Italia e Lega

Piazza Amerina – Il sindaco Miroddi e la sua personalissima “finanza creativa”

Redazione StartNews Commenti disabilitati su Piazza Amerina – Il sindaco Miroddi e la sua personalissima “finanza creativa”

Vademecum Amministrative. Parte II : chi votare

Redazione StartNews Commenti disabilitati su Vademecum Amministrative. Parte II : chi votare

Piazza Armerina città sporca: il finto risveglio del sindaco Miroddi

Redazione StartNews Commenti disabilitati su Piazza Armerina città sporca: il finto risveglio del sindaco Miroddi
Votare con la testa significa conoscere

Le cinque regole della comunita'

1 -Qualunque comunità ha il diritto di pretendere di essere amministrata con onestà e intelligenza.

2 – La politica deve sempre e comunque rispettare i cittadini e gli interessi della comunità.

3 – I cittadini devono comunque rispettare gli altri cittadini e gli interessi della comunità

4 – I cittadini hanno il diritto-dovere di partecipare alla gestione della città non 
solo esercitando il diritto di voto ma anche esprimendo giudizi e suggerimenti che i politici hanno l’obbligo di tenere in considerazione.

5 – Un cittadino intelligente non solo è sempre informato su ciò che gli accade attorno ma valuta con attenzione le fonti dalle quali assume le informazioni

Cosa puo fare un sindaco

UN BUON SINDACO PUO’:

Rendere la città più vivibile 

Creare opportunità di lavoro incentivando settori e promuovendo la città al fine di attrarre investimenti. Può valorizzare le risorse (turismo, artigianato, commercio, ecc)

Investire sulla cultura e valorizzare il patrimonio delle tradizioni e dei beni culturali. Cogliere le opportunità offerte dalle varie istituzioni (Regione, Stato, Comunità Europea)

RISULTATO: SVILUPPO, PIU’ OCCUPAZIONE, CITTA’ VIVIBILE, TASSE BASSE

UN CATTIVO SINDACO PUO’:

Rendere la città poco vivibile

Indebolire i settori importanti dell’economia 

Abbandonare a se stessi i beni culturali e non favorire la cultura

Agire per interessi diversi da quelli della collettività 

Disinteressarsi delle opportunità offerte dalle varie istituzioni (Regione, Stato, Comunità Europea)

RISULTATO: PERDITA DI POSTI DI LAVORO, CITTA’ POCO VIVIBILE, TENSIONI SOCIALI, TASSE ALTE.

Le caratteristiche di un buon sindaco

 

ONESTA’

ESSERE ONESTI CON I CITTADINI NON SIGNIFICA SOLO “NON RUBARE” MA ANCHE: 

– RISPETTARE IL MANDATO RICEVUTO COME SINDACO AGENDO SEMPRE E COMUNQUE  A FAVORE DELLA COLLETTIVITA’

– RICONOSCERE I PROPRI ERRORI E I PROPRI FALLIMENTI

– NON RIFIUTARE MAI IL CONFRONTO CON LA GENTE E LA SOCIETA‘ CIVILE

– SAPER RICONOSCERE I MERITI DI CHI HA OPERATO O OPERA A FAVORE DELLA CITTA’ INDIPENDENTEMENTE DAL COLORE POLITICO

– NON DISTORCERE LA VERITA’ DEI FATTI PER OTTENERE VANTAGGI IN TERMINI DI CONSENSO

– ESSERE TRASPARENTI E PRETENDERE LA MASSIMA TRASPARENZA NELLA GESTIONE DELLA COSA COMUNE

– CIRCONDARSI DI COLLABORATORI CHE ACCETTINO QUESTI PRINCIPI


 CULTURA

LA CULTURA PERMETTE DI CONOSCERE E INTERPRETARE I FATTI ANCHE IN BASE ALLE CONOSCENZE ACQUISITE DALL’UMANITA’ NEL SUO EVOLVERSI.

CONSENTE DI ANALIZZARE LA REALTA’ IN MANIERA CRITICA  E PERMETTE DI RISPETTARE DI ACCETTARE SEMPRE E COMUNQUE IL CONFRONTO 

IMPONE DI AGIRE SEMPRE NEL RISPETTO DELLE TRADIZIONI DI UNA COMUNITA’

PERMETTE DI DARE PESO ALLA POPRIA AZIONE IN QUALUQNUE SITUAZIONE OCCORRA RAPPRESENTARE LA CITTA’

PERMETTE DI CONFRONTARSI SULE VARIE PROBLEMATICHE CHE INVESTONO UNA COMUNITA’ AVENDONE COMUNQUE UNA CERTA CONOSCENZA DI BASE

EVITA CHE SI CI POSSA CIRCONDARE DI PERSONE POCO CAPACI E IGNORANTI


COMPETENZA 

 UN SINDACO DEVE AVERE ALCUNE COMPETENZE CHE GLI CONSENTANO DI GUIDARE LA MACCHINA AMMINISTRATIVA 

DEVE AVERE CONOSCENZA DELLA MACCHINA AMMINISTRATIVA ALMENO NELLE SUE FUNZIONI GENERALI.

DEVE AVERE CONOSCENZA GENERICHE DELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

DEVE CONOSCERE I PRINCIPI DI BASE RELATIVI AL FUNZIONAMENTO DEL BILANCIO COMUNALE

DEVE POSSEDERE CONOSCENZE GENERICHE RELATIVE ALLA GESTIONE AZIENDALE E AL MARKETING.

DEVE POSSEDERE UNA SOLIDA CONOSCENZA DEI SOCIAL NETWORK E DEL FUNZIONAMENTO DI INTERNET

DEVE AVERE CONOSCENZA DELLE POTENZIALITA’ DELLA CITTA‘


CAPACITA’ ORGANIZZATIVA

 
UN SINDACO DEVE SAPER ORGANIZZARSI E ORGANIZZARE

DEVE SAPER STABILIRE OBIETTIVI E ELABORARE STRATEGIE PER RAGGIUNGERLI INDIVIDUANDO TEMPI E SCADENZE

DEVE SAPER ELABORARE PROGETTI A BREVE, MEDIO E LUNGO TERMINE

DEVE SAPER OTTIMIZZARE I TEMPI E LE RISORSE IN OGNI OCCASIONE

DEVE SAPER INDIVIDUARE PRIORITA’ E STABILIRE UN GIUSTO ORDINE NELLE SUE AZIONI

DEVE SAPER PROGRAMMARE OGNI ASPETTO DELLA SUA GESTIONE E STABILIRE REGOLE E PARAMETRI IN GRADO DI CONDIZIONARE ANCHE IL LAVORO DEI SUOI COLLABORATORI E DEI DIPENDENTI COMUNALI 

DEVE SAPERE GESTIRE IL FLUSSO DELLE INFORMAZIONI SIA IN ENTRATA CHE IN USCITA. DEVE ESSERE IN GRADO DI ORGANIZZARE LA SUA GIORNATA IN BASE ALLE PRIORITA’ E DIMINUIRE L’INFLUSSO DELLE URGENZE

DEVE SAPER DIRE “NO”


PERSONALITA’ E AUTOREVOLEZZA

UN SINDACO DEVE SAPER IMPORRE ALCUNE SCELTE

IL SINDACO RAPPRESENTA LA CITTA’ IN OGNI OCCASIONE E DEVE FARLO CON PERSONALITA‘ E AUTOREVOLEZZA

IN ALCUNE OCCASIONI DOVRA’ SAPER PRENDERE ANCHE DECISIONI IMPOPOLARI MA CHE RITIENE GIUSTE PER LA CITTA’

UN SINDACO NON DEVE SOTTOSTARE AI GIOCHI POLITICI E DI PARTITO SE QUESTI SACRIFICANO INTERESSI DELLA CITTA’

ALL’INTERNO DELLA GIUNTA DEVE COMPORTARSI NON DA CAPO MA DA LEADER

 
Condividi