Carabinieri: controlli antidroga a Piazza Armerina e nei comuni limitrofi

Carabinieri: controlli antidroga a Piazza Armerina e nei comuni limitrofi
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Con l’approssimarsi delle prossime festività Pasquali, rimane sempre alta l’attenzione da parte dei militari della Compagnia di Piazza Armerina che hanno intensificato i controlli, soprattutto nelle vicinanze dei locali pubblici e nelle zone appartate dove solitamente si ritrovano i tossicodipendenti e agiscono gli spacciatori. Particolare attenzione è stata rivolta ai luoghi dove si riuniscono i giovani, al fine di garantire una maggiore sicurezza, senso di protezione. Nel weekend appena trascorso, i militari della Compagnia di Piazza Armerina coadiuvati dal Nucleo Cinofili Carabinieri di Nicolosi (CT) e dallo Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia hanno effettuato numerose perquisizioni nei territori di Piazza Armerina e dei comuni limitrofi. A Barrafranca i militari della locale Stazione congiuntamente a quelli dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia, nell’ambito di mirati controlli antidroga, hanno effettuato una perquisizione locale e domiciliare nei confronti di un pregiudicato di 52 anni. Nel corso dell’operazione, i Carabinieri riuscivano a trovare nascosta sotto un albero nel terreno di proprietà dell’uomo un contenitore di plastica al cui interno vi erano cinque dosi di cocaina per un peso complessivo di circa 4 grammi. L’uomo veniva denunciato alla Procura della Repubblica di Enna per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Nel corso dei servizi di controllo del territorio del centro abitato della città barrese, venivano, inoltre, fermati due giovani originari della provincia di Caltanissetta. Insospettiti dall’atteggiamento dei giovani che sembravano molto nervosi, i carabinieri procedevano a perquisizione veicolare e personale a seguito delle quali venivano trovati in possesso di circa 1 grammo di cocaina ciascuno, per i due scattava l’immediata segnalazione amministrativa ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/1990 al Prefetto di Caltanissetta, poiché trovati in possesso di sostanza stupefacente per uso personale. A Pietraperzia i militari della locale Stazione, coadiuvati dal Nucleo Cinofili dei Carabinieri di Nicolosi, nel corso di numerose perquisizioni effettuate nelle zone interessate allo spaccio della città Pietrina, trovavano in una casa abbandonata una serra artigianale costituita in un box doccia (cd. “grow box”) ed allestita per la coltivazione di marijuana. All’interno dell’abitazione fatiscente veniva anche trovata una pianta di marijuana di quasi un metro, già essiccata, e pronta per essere messa in commercio. Il tutto veniva sequestrato a carico di ignoti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi