Piazza Armerina – Covid: le solite notizie false riportate da Facebook creano problemi ad una famiglia piazzese

Piazza Armerina – Covid: le solite notizie false riportate da Facebook creano problemi ad una famiglia piazzese

La notizia dei casi di Covid19 ad Aidone ha agitato, e non poco, il fine settimana di una famiglia piazzese, non perché colpita direttamente o indirettamente dal virus ma per una concomitanza di date relativa ad un matrimonio. Ieri, intorno a mezzogiorno, ho ricevuto la telefonata di un padre di Piazza Armerina, disperato per le centinaia di telefonate che stava ricevendo dagli invitati al matrimonio di suo figlio, convolato a nozze negli stessi giorni del matrimonio celebrato ad Aidone nel quale si pensa possa essersi diffuso il virus. “Sto ricevendo migliaia di telefonate – mi diceva il padre imprecando – cosa avete scritto? Non c’è stato alcun caso di Covid19 nel matrimonio di mio figlio a Piazza Armerina!!”

Il tono della telefonata non era certo amichevole e ci chiedeva conto e ragione di quanto avevamo pubblicato sui due casi di covid da noi segnalati. Alla mia domanda “ma lei ha letto i nostro articolo?” scoprivo che, come spesso accade in questi casi,  l’uomo era stato informato da un parente e che non aveva letto il pezzo da noi pubblicato con tanto di titolo: Aidone – Due casi di positività al covid 19. Sembrerebbe si siano contagiati durante una cerimonia.

Non è un fatto isolato, spesso mi capita di dover smentire di aver pubblicato notizie diffuse da altri. In realtà accade, e questo mi fa un po’ piacere, che la gente quando mette Internet in relazione alle notizie locali pensa subito a StartNews. Dopo 13 anni di duro lavoro mi sembra anche normale.

Dopo aver invitato il genitore esasperato a leggere la nostra notizia lo stesso mi ha richiamato , scusandosi per l’accaduto e confermandomi che la notizia errata era stata diffusa su Facebook da altri. Abbiamo spiegato all’uomo, come di solito facciamo in questi casi , che in primo luogo non bisogna mai fidarsi di altri ma leggere direttamente gli articoli prima di telefonare alla redazione. In secondo luogo che Facebook non è mai attendibile, per il semplice fatto che la credibilità di una fonte si costruisce con anni e anni di lavoro e, come nel nostro caso, una fonte seria ha tutto l’interesse a mantenersi credibile.

Chi scrive sulla lavagna di Facebook  esprime sempre e comunque solo una personale opinione. Questo vale anche per politici e amministratori che per ovvi motivi mescolano cronaca e propaganda. Le informazioni sui  fatti vanno ricercati dove c”è un marchio di garanzia che, come quello di StartNews, può vantare di 13 anni di lavoro e di non essere stata mai costretta a rettificare notizie di cronaca per propri errori.  E’ normale che vi siano piccole imprecisione ma mai, ripeto mai, abbiamo creato situazioni che, pubblicando notizie totalmente inesatte,  potessero mettere a rischio la serenità dei nostri lettori.

Alla fine della conversazione con il papà che aveva passato una brutta domenica, abbiamo promesso a lui che avremmo scritto un articolo per smentire la presenza del virus tra gli invitati al matrimonio del figlio svoltosi a Piazza Armerina. Mantenuta la promessa gli rivolgiamo i nostri migliori auguri e di potersi godere al più presto tanti nipotini…

Nicola Lo Iacono

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi