Aidone il Sindaco revoca il mandato all’assessore e vice sindaco Serena Schillirò

Aidone il Sindaco revoca il mandato all’assessore e vice sindaco Serena Schillirò

La notizia è arrivata solo ieri: il vicesindaco Serena Schillirò è stata rimossa dal suo incarico da Assessore dal sindaco di Aidone Nuccio Chiarenza. Queste le rispettive posizioni.

IL SINDACO SCRIVE NELLA SUA DETERMINA SINDACALE.

Il venire meno della fiducia del nominato a rappresentare coerentemente gli indirizzi del sindaco delegante e perseguirne gli obiettivi programmatici non è, in ogni caso, da intendersi riferita a qualsivoglia genere di valutazioni afferenti a qualità personali o professionali dell’assessore revocato, ne è da intendersi sanzionatorio ma, piuttosto, meramente finalizzato a salvaguardare la serena prosecuzione del mandato amministrativo che tende a tutelare l’interesse della collettività rappresentata per le comuni esigenze di trasparenza, imparzialità e buon andamento.

 

LA RISPOSTA DI SERENA SCHILLIRO’
La più grande emergenza sanitaria del secolo sta dilaniando la nostra Italia: da oltre un mese uomini e donne della Sanità, delle Istituzioni, delle Forze dell’ordine, della Protezione Civile lavorano con grande coraggio, determinazione e volontà per superare questo difficile momento. In tale clima di massima emergenza, il Sindaco Nuccio Chiarenza, ha trovato il tempo e l’opportunità di predisporre (o di farsi predisporre) la determina di revoca del Vice Sindaco. A prescindere dal nome del Vice sindaco, in un simile contesto sociale è palese l’assoluta scorrettezza ed insensatezza di un simile provvedimento. La motivazione? Se guardiamo all’azione politico/amministrativa la controversia è di carattere “culturale”, tra chi come me vaglia la documentazione e i riferimenti normativi per mettere in atto azioni amministrative, e chi invece è più portato ad operare in modo diverso, facendosi tirare la giacca da chi sottopone alla sua firma atti che spesso non hanno una visione strategica complessiva e non sono stati preventivamente condivisi.

Al di là delle motivazioni descritte nella determina, mi sono stati informalmente riferite le seguenti “futili motivazioni”:
– Il motivo scatenate pare sia stato un mio post su Facebook del 05 aprile 2020 in cui, facendo riferimento a un Decreto Regionale dell’Assessorato al Lavoro – Dipartimento della Famiglia e delle politiche sociali, informavo la cittadinanza di una misura di supporto alle famiglie che attraversano un momento di crisi dovuta all’emergenza Covid-19. Tale misura prevede l’assegnazione di buoni spesa e un corrispettivo impegno di almeno un componente del nucleo familiare a partecipare alle misure di politiche attive del lavoro (anche attraverso ore di lavoro da dedicare alla collettività) sulla base di disposizioni regionali. Premetto che il provvedimento emanato dalla Regione prevede l’utilizzo di Fondi europei che, ovviamente, sono sottoposti a rendicontazione e non possono che essere gestiti secondo le linee guida emanate dalla Regione, non lasciando alcuna discrezionalità e/o valutazioni politiche sulle modalità di utilizzo.

– Mi viene riferito, inoltre, che ha arrecato molto fastidio la mia rinuncia all’indennità di Vice Sindaco sin dall’insediamento. Premetto che si tratta di una scelta operata con il mio gruppo di riferimento prima ancora delle elezioni e che, né prima né dopo le elezioni, è mai stata divulgata in alcun modo. Nella lettera di rinuncia all’indennità era stato dato indirizzo politico per la costituzione di un capitolo di bilancio denominato “Attività finalizzate allo sviluppo socio-economico, all’attivazione lavorativa, anche attraverso misure finalizzate all’innalzamento dell’occupabilità ed eventuali emergenze sanitarie” (quando nessuno poteva lontanamente immaginare che saremmo stati investiti da una pandemia), pertanto, essendo trascorsi diversi mesi senza che la Giunta ne prendesse atto, e trovandoci ad attraversare un momento difficile, avendo ulteriormente sollecitato il provvedimento, apprendo dagli uffici che l’atto non è andato in Giunta per volontà del Sindaco. In seguito, mi viene riferito che tale scelta ha infastidito il Sindaco in quanto la rinuncia è stata interpretata come azione volta a sminuire la valenza dell’impegno e del tempo impiegato nell’amministrazione dal Sindaco e dagli altri Assessori. Inutile ribadire che giammai ho pensato che l’indennità possa essere commisurata all’impegno amministrativo.
Le motivazioni si commentano da sé.
La consigliera comunale Carmela Minincleri ha manifestato il proprio dissenso, disapprovando la decisone adottata nei confronti del Vice Sindaco e del gruppo politico che la consigliera continuerà a rappresentare. La stessa Consigliera comunale, insieme a me, e a tutto il gruppo politico che si è riunito (virtualmente, in videoconferenza) ha adottato una dura presa di posizione nei confronti delle scelte unilaterali operate dal Sindaco e da chi avvallerà tali scelte. Il gruppo politico attende di conoscere la posizione degli altri gruppi componenti la coalizione.
La Consigliera comunale Carmela Minincleri, insieme al candidato al consiglio comunale Vincenzo Lanigra, e con il sostegno dell’intero gruppo, in una visione della politica come servizio alla comunità, continuerà a portare avanti le istanze della cittadinanza, dentro e fuori dalle istituzioni. La prima sfida sarà certamente affrontare l’emergenza socio-economica: durante la “Fase 2” sarà necessario far ripartire l’economia e supportare cittadini e imprese.

Ringrazio tutti coloro che mi hanno proficuamente collaborato in questa esperienza amministrativa, certa le la collaborazione continuerà a prescindere dal ruolo istituzionale.

Resta inteso, ed è superfluo ribadirlo, che rimango al servizio della comunità, e che l’azione del gruppo politico continuerà a lavorare con rinnovato impegno per migliorare le condizioni della nostra amata Aidone. Ringrazio, inoltre, i numerosi concittadini che in queste ultime 24 ore mi hanno manifestato la loro vicinanza e la loro piena solidarietà.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi