l gruppo consiliare “Progetto Aidone”: fare piena luce sul caso dei pazienti infetti inviati all’ospedale Chiello di Piazza Armerina

l gruppo consiliare “Progetto Aidone”: fare piena luce sul caso dei pazienti infetti inviati all’ospedale Chiello di Piazza Armerina

L’ospedale “Michele Chiello” di Piazza Armerina rappresenta per la comunità Aidonese il primo approdo sanitario nell’attuale situazione di emergenza e non solo.
Per tali ragioni, il gruppo consiliare “PROGETTO AIDONE” con una nota inviata ieri alle autorità preposte ha chiesto con fermezza che sia fatta piena luce sulle responsabilità di quanto accaduto. È incredibile che una paziente, con sintomatologia riconducibili a positività da covid19, possa essere trasferita presso altro ospedale senza prima avere acquisito certezza assoluta dell’assenza di rischio di contagio.
A causa della irresponsabilità di tale condotta è altissimo il rischio dell’espansione epidemica.
Vi è inoltre il timore che in presenza di un focolaio epidemico si renderebbe inevitabile l’isolamento dell’intero ospedale “Chiello”.
Esprimiamo sincera vicinanza e solidarietà a tutto il personale sanitario e auspichiamo che in questa fase così difficile, l’operato di tutti, dirigenti sanitari e non, sia improntato a rigore assoluto a tutela della salute dei nostri concittadini.
Noi saremo vigini!

l gruppo consiliare “PROGETTO AIDONE”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi