Ospedale Chiello, tutti concordi: c’è un piano per non facilitarne la trasformazione in ospedale di base

Ieri, nell’incontro dedicato all’ospedale di Piazza Armerina è emerso chiaro il convincimento da parte di tutti gli intervenuti che la direzione dell’Asp di Enna stia attuando una politica tesa a non rispettare quanto previsto dal piano sanitario. Piano che individua l’ospedale Chiello come struttura di base con precisi servizi molti dei quali a distanza di più di un anno non sono ancora stati avviati. Dalla riunione di ieri è anzi emersa l’idea che vi sia una certo atteggiamento discriminatorio nei confronti della struttura sanitaria piazzese. All’incontro, alla presenza di un folto pubblico, sono intervenuti l’On. Luisa Lantieri,  l’assessore e vicesindaco Flavia Vagone, Il presidente della commissione sanità Concetto Arancio, l’assessore Salvo Cancarè e Massimo Di Seri, alcuni consiglieri comunali e Mons. Nino Scarcione. Il sindaco Cammarata era assente poiché impegnato alla Bit di Milano.

Condividi la notizia