Ospedale Chiello, tutti concordi: c’è un piano per non facilitarne la trasformazione in ospedale di base

Ospedale Chiello, tutti concordi: c’è un piano per non facilitarne la trasformazione in ospedale di base
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Ieri, nell’incontro dedicato all’ospedale di Piazza Armerina è emerso chiaro il convincimento da parte di tutti gli intervenuti che la direzione dell’Asp di Enna stia attuando una politica tesa a non rispettare quanto previsto dal piano sanitario. Piano che individua l’ospedale Chiello come struttura di base con precisi servizi molti dei quali a distanza di più di un anno non sono ancora stati avviati. Dalla riunione di ieri è anzi emersa l’idea che vi sia una certo atteggiamento discriminatorio nei confronti della struttura sanitaria piazzese. All’incontro, alla presenza di un folto pubblico, sono intervenuti l’On. Luisa Lantieri,  l’assessore e vicesindaco Flavia Vagone, Il presidente della commissione sanità Concetto Arancio, l’assessore Salvo Cancarè e Massimo Di Seri, alcuni consiglieri comunali e Mons. Nino Scarcione. Il sindaco Cammarata era assente poiché impegnato alla Bit di Milano.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi