Sentenza sull’operazione «Capolinea» della Polizia: quattro condannati per un totale di circa 30 anni di reclusione

L’indagine condotta dalla Squadra Mobile di Enna aveva sgominato un gruppo criminale di stampo mafioso, con arresti di diversi soggetti, esponenti della famiglia di “Cosa Nostra” di Enna, nonché dei clan catanesi dei “Santapaola-Ercolano” e dei “Cappello-Bonaccorsi”, che imponevano il pagamento del “pizzo” ad un imprenditore ennese, il quale effettuava lavori di posa della fibra ottica nelle province di Catania e Siracusa ed in alcuni quartieri della città di Catania.
Ieri, 06 febbraio, l Tribunale di Enna, in composizione collegiale, con rito abbreviato, ha condannato, ai sensi dell’ art. 416 bis e dell’art 629 c.p.:
LA DELIA Salvatore a 15 anni e quattro mesi di reclusione;
MAZZA Eduardo a 6 anni e otto mesi di reclusione;
MEDDA Antonio Salvatore a 6 anni di reclusione;
SCALOGNA Filippo a 8 anni di reclusione.
Il Tribunale ha, inoltre, condannato in solido gli imputati al risarcimento del danno in favore della parte civile costituita, per la cui determinazione rimette le parti alla competenza del Giudice civile.

Condividi la notizia