Piazza Armerina – In arrivo le raccomandate: otre 150 multe inflitte agli automobilisti piazzesi con lo Street Control

Piazza Armerina – In arrivo le raccomandate: otre 150 multe inflitte agli automobilisti piazzesi con lo Street Control
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Fra qualche giorno nelle case di molti automobilisti piazzesi verranno recapitate le raccomandate contenenti le multe per divieto di sosta rilevate con il sistema dello Street Control da parte della Polizia Locale. Da quando è stato attivato il servizio di controllo elettronico, ovvero dal 13 gennaio, in poche uscite dell’auto predisposta per il servizio, sono state emesse più di 150 multe,  la maggior parte delle quali per parcheggio in area vietata, per sosta sui marciapiedi o nei pressi degli incroci. Da poche decine di migliaia di euro fino a 80/90 euro è la somma gli automobilisti indisciplinati dovranno pagare recandosi negli appositi uffici.
Dal comando di Polizia Locale fanno sapere che non si tratta di un fatto occasionale ma che lo Street Control verrà utilizzato con regolarità e l’unico sistema per evitare multe salate è quello di comportarsi da automobilisti disciplinati e attenti alle norme del codice della strada.

Siamo convinti che, soprattutto sui social, arriveranno le solite banali e superficiali critiche agli agenti di Polizia Locale che invece hanno solo il compito di far rispettare le regole e, anche se non apparentemente dichiarato, quello di scoraggiare i cittadini all’uso eccessivo dell’auto, mezzo che inquina e che in alcune zone della città fa raggiungere spesso un livello altissimo di polveri sottili, così come testimoniato dalle rilevazione delle centraline effettuate in questi ultimi anni.
Da questo momento sappiate che lasciare anche per pochi secondi la macchina posteggiata su un marciapiedi, sulle strisce pedonali, in prossimità di un incrocio o semplicemente in divieto si sosta  potrebbe costarvi caro, meglio forse posteggiare senza infrangere il codice della strada  e fare qualche passo a piedi se necessario. E’ anche un atto di civiltà.

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi