Fake news sul sindaco Cammarata: la consigliera Anna Zagara rischia la querela penale per diffamazione a mezzo stampa.

L’aver riferito sul giornale on line Vivienna di un rinvio a giudizio inesistente nei confronti del sindaco Cammarata potrebbe costare caro alla consigliera comunale Anna Zagara nelle sue vesti di cronista. Non è infatti da escludere che il Primo Cittadino piazzese presenti una denuncia per diffamazione. Per il momento in redazione è arrivato un comunicato del suo gruppo consiliare che vi proponiamo qui sotto. Siamo come al solito a disposizione delle parti per eventuali repliche.

 

L’ARTICOLO PUBBLICATO IN CUI SI PARLA DEL FALSO RINVIO A GIUDIZIO

LA RETTIFICA DI VIVIENNA

 

COMUNICATO STAMPA DEL GRUPPO CONSILIARE DIVENTERA’ BELLISSIMA

” Il sindaco Cammarata NON È rinviato a giudizio. La nuova “giornalista”  Anna Zagara, da consigliere comunale di opposizione, si permette di diffamare il sindaco, asserendo il falso pur di screditarlo. Il sindaco non è rinviato a giudizio. Ma ci chiediamo come sia possibile. Come sia consentito a chi esercita una carica elettiva, in  questo caso di consigliere comunale, quantomeno per ragioni di opportunità, di parteggiare attraverso quello che dovrebbe essere un canale di informazione, firmando una notizia su un fatto di cronaca giudiziaria, permettendosi, aldilà dell’etica professionale, di asserire una falsità pur di screditare il sindaco. D’altronde una vera giornalista non avrebbe mai commesso un errore di questo genere. Fatto gravissimo che segnaleremo a tutte le autorità competenti.
Ringraziamo “Vivienna” per avere voluto tempestivamente rettificare e ristabilire verità. La consigliera, neo giornalista Zagara ha perso l’ennesima occasione per tacere. Oggi, a maggior ragione ne chiediamo le sue dimissioni dalla carica di consigliere comunale “.
Il gruppo consiliare di Diventerà Bellissima

 

Condividi la notizia