Piazza Armerina – L’assessore Alessio Cugini: “Utilizzo del campo Sant’Ippolito: lo sport deve unire e mai dividere”

COMUNICATO ASSESSORE ALESSIO CUGINI

Sulla vicenda del campo S.Ippolito trovo gravi le affermazioni, ed i toni, usati da Francesco Alberghina nelle duplice veste di Presidente dell’Armerina e consigliere comunale. Il sottoscritto ha convocato da subito, dopo il proprio insediamento, Armerina e Don Bosco per discutere della gestione in comune del campo, ed ha chiesto alle squadre di trovare un accordo (come già fatto da altre società per le altre strutture comunali) per allenamenti e partite; altro, quindi, che inspiegabilità, si tratta di fare affidamento sul buonsenso di persone adulte e di professionisti, e solo ove questo non si verifichi interviene l’Amministrazione.

Ad oggi questo accordo non è stato trovato, nonostante la riunione convocata anche ieri alla Sala delle luci, e per questo motivo ho dovuto provvedere a disciplinare l’uso del campo per giovedì e venerdì in vista della partita di domenica garantendo pari diritti e orari a turni invertiti sui due giorni per entrambe le squadre, messe quindi nella perfetta condizione di potersi allenare. Non è vero, fra l’altro, che la Don Bosco non sia una squadra piazzese, visto il numero di ragazzi di Piazza che ci giocano, e quindi non esistono “ospiti” ma uguali diritti (e doveri) per tutti. Fra l’altro la richiesta dell’Armerina di allenarsi il martedì ed il giovedì sarà pienamente rispettata, visto che non si tratta di giorni richiesti dalla Don Bosco.

Ciò che è veramente vergognoso è che si sfrutti il nome di una squadra per accampare pretese che si sanno essere inesistenti su un campo comunale (per il quale il Comune paga utenze per quasi 20.000 euro l’anno percependo un ticket ridicolo), avanzando minacce di ritiro che non fanno onore alle cariche rivestite per il solo scopo di rendere incandescente il clima. Qualcuno non ha compreso che così facendo si crea odio fra le squadre con il pericolo che la situazione degeneri, mentre lo sport deve unire e mai dividere, e l’obiettivo comune deve essere quello di divertirsi e togliere ragazzi dalle strade, portando in alto l’immagine della nostra Città. Spero che il buon senso prevalga e auguro a entrambe le squadre che domenica, nel derby di Coppa Italia, il calcio, quello giocato, sia l’unico vero motivo di confronto e lo spettacolo da goderci.

Ass. Alessio Cugini

 

Condividi la notizia