Piazza Armerina – L’assessore Damiano Gallo si è dimesso.

Ieri sera Damiano Gallo ha pubblicato una lettera con cui motiva le sue dimissioni e saluta la città. 

Good bye Piazza Armerina ❤️ Ecco le mie dimissioni!

Caro Sindaco, con la presente rassegno le mie irrevocabili dimissioni dall’incarico di Assessore al Patrimonio immobiliare, Centro Storico, Media e Comunicazione.
L’esperienza, che ho vissuto in questi mesi, è stata per me molto gratificante da un punto di vista umano e ricca di soddisfazioni sul piano amministrativo. In questi 12 mesi mi sono speso al massimo nell’ambito delle deleghe da Te assegnatemi, provando ad apportare il mio contributo, la mia esperienza professionale e tante novità amministrative per la città. Mi ritengo soddisfatto.

Abbiamo divulgato “il mecenatismo”; mi riferisco ovviamente alle “adozioni dei monumenti”, delle piazze, delle strade, delle scalinate della città, ossia la riqualificazione dei beni pubblici grazie alle sponsorizzazioni private, ovvero fondi privati investiti per la città;

Tali attività innovative, spontanee e generose sono state recepite dai cittadini di Piazza Armerina con entusiasmo e con gioia, tanto che molti di loro, ricchi e poveri, umili e borghesi, hanno dimostrato la loro nobiltà d’animo nel fare qualcosa per la collettività e per la res pubblica.
Linfa per la città ed ossigeno puro necessari per la riqualificazione veloce della città, troppo spesso trascurata ed abbandonata dalla insipienza di politici locali, troppo spesso accecati dalla ricerca di un immediato consenso attraverso piccoli favoritismi personali e localistici, incapaci di comprendere invece che anche la più semplice manutenzione di una piccola aiuola comunale, l’abbellimento di una strada o di una piazza è importante per l’intera comunità.
Grazie al contributo di tanti cittadini e amici forestieri sono stati raccolti più di 50.000 euro di fondi privati; cosa mai avvenuta prima e tutto ciò mi inorgoglisce . Da siciliano sia chiaro non da politico.
Abbiamo riaperto dopo 60 anni la Chiesa di Sant ‘Anna; la Chiesa è stata ripulita grazie alla adozione di una industriale romagnola, mia conoscente, che ho invitato ad investire a Piazza; abbiamo ritinteggiato la sala lettura della biblioteca dopo 15 anni grazie alla n.d. romana Giulia Borghese ed a Valentino Odorico e abbiamo riqualificato tantissime zone e monumenti pubblici della città; ho pubblicato l’elenco dei monumenti a mezzo social diverse volte;
Siamo stati portatori di entusiasmo, a tratti visionari, e con l’ ottimismo dilagante abbiamo fatto sognare i giovani e brillanti cittadini piazzesi; abbiamo dato loro la speranza che tutto si può fare nella vita, basta volerlo;
Grazie alle luci dei riflettori televisivi e dei giornali, a cui mi sono rivolto per onorare la delega di Assessore a media e comunicazione, che mi hai assegnato, ho contribuito a dare maggiore visibilità ad una città meravigliosa, quale quella di Piazza, che merita molta più attenzione e non solo per la splendida Villa Romana del Casale, convinto come sono che anche i siti culturali della città meritano di essere conosciuti, per essere richiamo di cultori, esteti, imprenditori, turisti, che potrebbero portare ricchezza economica per l’intera città. Ho prodotto e realizzato a mie spese, una trasmissione televisiva in onda su 7 Gold, emittente nazionale, denominata Il Bello del Mattone incentrata tutta su Piazza Armerina, condotta dal sottoscritto e da Marina Graziani; abbiamo pubblicato su diverse testate giornalistiche articoli sulla città di Piazza Armerina.

Abbiamo organizzato eventi culturali, con personaggi noti come Silvana Giacobini , Dan Peterson , Eleonora Brigliadori e Marco Garavaglia; in prima persona ho adottato la scalinata di Sant’ Anna realizzando a mia cura e spese una aiuola su una piazzola di cemento e ho programmato la realizzazione artistica della scalinata dei tarocchi.
Pur tuttavia, gli ultimi accadimenti, noti alla intera città, che mi ha manifestato la sua solidarietà, non mi permettono di poter continuare ad esercitare adeguatamente il mio lavoro di Assessore e completare il lavoro già programmato.

Ho perso l’entusiasmo e non ho più la “forza” di poter continuare; confesso, non sono abituato alle dinamiche politiche e ai crono programmi; la mia non è una critica alla tua persona, ci mancherebbe, ci conosciamo in fondo soltanto da 12 mesi o poco più, ma alla politica in generale.

Non ho necessità di fare politica e non ho ambizioni politiche. Per questo motivo, non ho intenzione di sgomitare o battermi per la cosiddetta “poltrona”; l’incarico che mi hai conferito, seppur prestigioso, è per me uno strumento utile e necessario per poter migliorare qualcosa in questa nostra bella ma difficile Sicilia; niente di più. E se ci sono dei programmi, tempi o logiche politiche da rispettare, non fanno per me.
Ho atteso, come avevo già comunicato a Te ed a tutta la cittadinanza, per poter terminare quello che avevo promesso ai cittadini, ossia la adozione di Piazza Garibaldi, della via Garibaldi, la realizzazione della scalinata dei tarocchi a mie spese e la possibilità di poter terminare la manifestazione con Dan Peterson .

Le lungaggini burocratiche e la volontà della soprintendenza di non voler prendere una decisione in merito alla realizzazione dei dipinti raffiguranti i tarocchi sulla scalinata mi costringono ad optare per il semplice abbellimento, con il semplice posizionamento di vasi in coccio sui gradini raffiguranti i tarocchi siciliani ed installando piante di ulivo ornamentali, che non abbisognano certamente di autorizzazioni esterne al Comune; un omaggio, il mio , alla città che mi ha accolto da subito con gioia e socievolezza. Se vorrai continuerò il lavoro a settembre da cittadino privato.
Un ringraziamento va ai dipendenti comunali che sono stati collaborativi e sempre attenti a risolvere le problematiche della città.
Un ringraziamento a tutta la Giunta Comunale e al Vice Sindaco Flavia Vagone.
Al fine di evitare sterili polemiche da parte di avversari politici, talvolta avvezzi a sterili critiche e a poca sostanza (ovviamente non mi riferisco a tutti gli avversarsi, alcuni dei quali, pur nell’asprezza del confronto politico, si sono dimostrati sempre molto rispettosi nei miei riguardi e di ciò li ringrazio di cuore) e strumentalizzazioni sempliciotte sulla indennità da me percepita finora, Ti comunico che è mia intenzione donare alla città la mia casa di via Misericordia acquistata parecchi mesi orsono ma che non ho potuto finire di ristrutturare perché il tempo a mia disposizione non è stato “amico”. Diciamo così!! Il minimo che io possa fare.
Una casa di 90 metri quadri che ho acquistato da una gentile signora di Piazza che voleva addirittura a suo tempo donarmela. E, proprio per questo motivo, sento oggi l’esigenza di ricambiare il favore. La donerò al Comune, a condizione che lo stesso possa riqualificarla e destinarla ad attività pubbliche. Se il comune non fosse in grado di acquisirla la donerò ugualmente alle associazioni della città che dimostreranno interesse. Mi piacerebbe che diventasse una sede pubblica; un punto di riferimento per i giovani piazzesi. In passato un vicino polemico aveva ostacolato con atteggiamenti prepotenti la rimozione di un cancello abusivo sulla mia proprietà. Siamo riusciti a rimuoverlo e la casa quindi oggi è interamente fruibile. Sono felice di aver “bonificato” quel piccolo angolo della via.

Il tempo è terminato, almeno per me; pertanto, Ti auguro di scegliere un sostituto che possa soddisfare le esigenze a pieno della città; qualcuno che abbia voglia di fare e che possa continuare le “Adozioni” che tanto piacciono alla città. Mi scuso con alcuni cittadini nel caso non fossi stato per loro all’altezza di questo ruolo. Ho messo il mio impegno ed il mio entusiasmo parola da siciliano!.

In bocca al lupo a te ma soprattutto ai tuoi concittadini ❤️

Damiano Gallo

QUESTA LA RISPOSTA DEL SINDACO NINO CAMMARATA

Questa mattina ho ricevuto formalmente le dimissioni di Damiano Gallo da assessore al quale vanno i ringraziamenti da parte mia e di tutta la mia squadra per il generoso ed encomiabile lavoro svolto fino ad oggi. Damiano resta un amico di questa amministrazione col quale non mancheranno future collaborazioni.

 

 

Condividi la notizia