Il sistema trasfusionale dell’Azienda Sanitaria Provinciale accreditato dopo la verifica biennale.

Emanato il decreto assessoriale di accreditamento del Servizio Trasfusionale di Enna e delle sue articolazioni organizzative di Nicosia e Piazza Armerina. Rinnovata l’autorizzazione alle attività. I valutatori, appartenenti all’elenco nazionale predisposto per la valutazione del sistema trasfusionale, hanno sottoposto a verifica, nel mese di maggio, i centri dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna.  Ne dà notizia il dr. Francesco Spedale, Direttore ff. dell’Unità Operativa Complessa di Enna del Servizio Trasfusionale: “L’accreditamento istituzionale del Sistema Trasfusionale italiano ha inizio con gli Accordi Stato-Regioni del 16 dicembre 2010 e del 25 luglio 2012. Da quella data è iniziato l’iter che ha prodotto il primo accreditamento per i SIMT della provincia di Enna nel 2015, e successivamente al rinnovo conseguito nel 2017. Il Centro Trasfusionale di Enna, Unità Operativa Complessa, insieme alle Unità Operative Semplici di Nicosia e Piazza Armerina, e a tutte le strutture associative presenti nel territorio, sono passate al vaglio, con cadenza biennale, da parte del Centro Regionale Sangue, per la verifica del mantenimento dei requisiti previsti dall’attuale normativa. Il mantenimento di tale fondamentale obiettivo, l’accreditamento, è possibile grazie alla piena collaborazione tra la struttura pubblica e le associazioni di volontariato che ringrazio assieme a tutto il personale e alla Direzione dell’ASP di Enna, impegnata per far sì che la provincia di Enna, grazie alla sua centralità e all’impegno profuso, possa rappresentare un’eccellenza nel sistema trasfusionale regionale”.

Condividi la notizia